HomeCulturaArteStreet Art a Napoli, le migliori opere in città

Street Art a Napoli, le migliori opere in città

La street art da non perdere a Napoli con murales, graffiti e disegni di artisti internazionali innovativi ed attuali.

Napoli è costellata di interessanti ed originali opere di street art, tra graffiti, murales, stencil e poster realizzati da alcuni degli street artist più importanti al mondo.
Dal centro storico ai quartieri periferici, le loro opere non solo colorano i quartieri della città, ma sono anche una grande attrattiva turistica e spesso sono pregne di significati e simbolismi. L’arte urbana in città, infatti, fonde antico e moderno, sacro e profano e si rivolge a quelli che sono i punti di riferimento di un popolo dalle mille tradizioni, come la religione e lo sport, senza disegnare l’impegno politico e sociale.
Ecco una selezione delle opere di street art più importanti a Napoli.

Parco dei Murales

Il Parco Merola di Ponticelli è soprannominato Parco dei Murales per la presenza di quattro grandi opere di street art.
La prima ritrae il volto sorridente di Ael, una bambina Rom, realizzato da Jorit, tra i più famosi street artist in Italia, ed è intitolata Tutt’egual song’ e criature.
La seconda opera è di Zed1 che ha riprodotto, in stile surrealista, dei giocattoli con un joypad, ed è intitolato A’ pazziella n’man è criature.
Il terzo, Lo trattenemiento de’ peccerille, è di CDO e riproduce dei volti ispirati agli abitanti del quartiere.
L’ultima opera è Chi è vuluto bene non s’o scorda, di Rosk&Loste, e raffigura due bambini che giocano a calcio. Sono un chiaro riferimento a Maradona perché uno dei due indossa la maglia del Napoli e l’altro dell’Argentina.

Murales Parco Merola a Ponticelli

Indirizzo: Parco Merola, Ponticelli – 80147 Napoli

Murales di Maradona

L’artista italo-olandese Jorit ha realizzato anche un’altra importante opera di street art in un altro quartiere periferico di Napoli. Si tratta dell’enorme murales dedicato a Maradona su una facciata di un palazzo di San Giovanni a Teduccio e vuole essere, al contempo, un omaggio al Pibe de Oro ed un’iniziativa mirata alla rinascita del quartiere.
È il più grande murales al mondo che ritrae Maradona e lo stesso campione argentino ha personalmente ringraziato Jorit per la bellissima opera.

Un particolare molto curioso riguarda la “firma” dell’artista, due parole nascoste in uno degli occhi del calciatore visibili solo quando la luce di alba o tramonto si riflette sul murales. La prima parola non è molto comprensibile, mentre la seconda è sicuramente “Siempre”.

Murales di Maradona realizzato da Jorit

Indirizzo: Via Taverna del Ferro, San Giovanni a Teduccio – 80146 Napoli

Cyop&Kaf

Cyop&Kaf sono due street artist le cui opere risultano spesso anomale ed irrequiete e che hanno lavorato molto tra le strade dei Quartieri Spagnoli. Sono 223 i graffiti che si possono trovare negli intricati vicoli della zona, su muretti, palazzi, balconi, saracinesche, tufi e che raffigurano personaggi surreali, onirici, a volte inquietanti, ma sempre colorati e dinamici. Il loro scopo è quello di riqualificare i Quartieri, esaltandone la bellezza e raccontando, in maniera del tutto personale, le storie dei luoghi e degli abitanti di Napoli. Cyop&Kaf hanno impiegato tre anni per dipingere tutti i loro graffiti e lo hanno fatto nell’ambito di un progetto chiamato Quore Spinato.

Cyop&Kaf murales Quartieri Spagnoli

Indirizzo: Quartieri Spagnoli – 80134 Napoli

San Gennaro

Il San Gennaro che spicca sulla facciata di un grande palazzo di Forcella è un’altra opera di Jorit ed ha una caratteristica molto particolare: il suo volto è quello di un operaio amico dell’artista. Il murales è alto più di 15 metri ed ha lo sguardo assorto verso l’alto. Più che tra i graffiti, si può quasi includere nella categoria dei dipinti, anche se realizzato con lo spray, grazie alla naturalezza e alla profondità della sua espressione. Per Jorit, ispirarsi agli abitanti dei quartieri in cui lavora è un modo per dare maggiore umanità alle sue opere.

Murales di San Gennaro a Napoli

Indirizzo: piazzetta di Forcella – 80138 Napoli

Murales a Materdei

Su una delle facciate dell’ex OPG Occupato (ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario) a Materdei è possibile ammirare l’enorme murales realizzato dall’artista BLU. La figura mostra un ambiguo ed enigmatico personaggio verde dalla bocca aperta, una figura drammatica ed inquietante che riesce a relazionarsi al suo contesto, come tutte le opere dell’artista. Infatti, la bocca spalancata si trova proprio in corrispondenza di una finestra, conferendo un maggiore senso di inquietudine. Blu è tra i più importanti street artist al mondo e le sue opere si trovano in decine di paesi.

Murales a Materdei

Indirizzo: ex OPG occupato, Via Matteo Renato Imbriani 218 – 80135 Napoli

Murales per Massimo Troisi

Sempre opera dello street artist Jorit, il murales dedicato a Massimo Troisi è stato realizzato su una facciata del palazzetto dello sport di San Giorgio a Cremano. È stato terminato in occasione di quello che sarebbe stato il sessantaquattresimo compleanno dell’attore ed è un murales composto da tre delle più famose scene di alcuni suoi film.

La prima è quella del miracolo tratta dal film Ricomincio da tre, la seconda immagine omaggia la scenetta di Non ci resta che piangere che vede Troisi e Benigni scrivere una lettera al Savonarola e l’ultima ritrae il bacio tra Troisi e la Cucinotta nel Postino.

Murales dedicato a Troisi

Indirizzo: Palazzetto dello sport, Via Alessandro Manzoni 180 – 80046 San Giorgio a Cremano (Napoli)

Madonna con la pistola

Si tratta dell’unica opera documentata di Banksy in Italia e si trova precisamente in Piazza dei Girolamini. È uno dei graffiti più significativi dell’artista inglese in cui la Madonna è dipinta con una pistola al posto dell’aureola, come segno del legame profondo tra la criminalità e la religione a Napoli. Il murales è protetto da una lastra in vetro e, a pochi metri, si può trovare un’edicola votiva con la Vergine Maria, in un accostamento di grande impatto. L’opera ha un elevato valore perché Banksy è attualmente lo street artist più famoso al mondo.

Madonna con la pistola, Murales di Banksy a Napoli

Indirizzo: Piazza Gerolomini – 80138 Napoli

Zilda

Zilda è un artista francese molto attivo a Napoli ed i suoi graffiti si possono trovare in vari punti della città. Le sue opere si ispirano all’arte rinascimentale e la sua tecnica è molto particolare: disegna prima su carta, dipinge e poi incolla i poster sui posti scelti per la raffigurazione. Una delle sue opere più famose è un angelo in vico San Giovanni in Porta, ma significativi sono anche il disegno di una donna con un bambino in vico Santa Maria dell’Aiuto, un altro angelo ed una donna nell’ex Carcere Filangieri. Le sue opere si possono trovare ancora nei quartieri di Poggioreale e Portici.

Murales di Zilda a Napoli

Indirizzo: vari luoghi ed edifici di Napoli

Maradona

Realizzato in occasione del secondo scudetto del Napoli, nel 1990, il murales di Maradona si trova nei Quartieri Spagnoli ed è stato restaurato nel 2016 grazie anche ai contributi dei cittadini dell’area. Durante i lavori di restauro è stato anche ritrovato il brillante di Swarovski che a suo tempo era stato usato come orecchino del Pibe de Oro e che è stato ricollocato sul murales. Maradona indossa la maglia della squadra con lo sponsor di allora e, naturalmente, il suo irrinunciabile numero 10.

Murales di Maradona a Napoli

Indirizzo: via Emanuele de Feo, 60 – 80134 Napoli

San Gennaro e Caravaggio

È l’opera della street artist napoletana nota con il nome di Roxy in the Box ed è intitolata Mission Possible. È un murales molto originale che vede affiancati il Patrono di Napoli, San Gennaro, ed il pittore Caravaggio, che trascorse gli ultimi anni della sua vita a Napoli. Il Santo ha tra le mani un giornale, Il Sole 24 Ore, mentre Caravaggio legge il New York Times con un Supersantos sotto il piede destro. Un elemento, il pallone, che è un forte richiamo alle strade di Napoli, in cui spesso si trovano ragazzini che si divertono giocando a calcio.

Murales di San Gennaro e Caravaggio a Napoli

Indirizzo: Piazza Cardinale Sisto Riario Sforza – 80139 Napoli

Giancarlo Siani

Il murale dedicato al giornalista ucciso dalla camorra, Giancarlo Siani, è stato realizzato su un muro di fronte alla vecchia casa in cui viveva. Gli autori sono gli Orticanoodles, pseudonimo degli artisti Wally e Alitaa, che hanno voluto ricordare ed omaggiare il giornalista proprio a pochi metri dal luogo in cui si verificò il tragico agguato. L’opera è lunga 38 metri e comprende decine di citazioni riprese da grandi artisti come Alda Merini e Vasco Rossi. I colori verde, bianco e nero sono un richiamo a quelli della Mehari, l’auto storica di Siani, e a quelli della stampa e della scrittura.

Murales di Giancarlo Siani a Napoli

Indirizzo: via Romaniello – 80129 Napoli

Fidel Castro

Il murale di Fidel Castro è stato dipinto nel centro storico di Napoli, come omaggio al valore della Resistenza. Realizzato da Mono Gonzales e Tono Cruz, due street artist di fama internazionale, si trova sulla facciata del centro sociale Mezzocannone Occupato, sede di vari collettivi. I due autori lo hanno concluso il giorno dei funerali del Lider Maximo ed hanno voluto raffigurare Castro riproducendo il suo viso due volte, mentre osserva in due direzioni diverse. Un’opera dal profondo significato politico e sociale, in perfetta linea con il tipo di arte di Gonzales, artista impegnato nel rappresentare ingiustizie sociali e sempre dalla parte dei più deboli.

Murales di Fidel Castro a Napoli

Indirizzo: via Mezzocannone, 12 – 80134 Napoli