HomeRicette di cucina napoletanaRicetta della pizza fritta | Cucinare alla napoletana

Ricetta della pizza fritta | Cucinare alla napoletana

La ricetta della pizza fritta con cicoli e ricotta

La ricetta della pizza fritta con cicoli e ricotta, da mangiare rigorosamente bollente!

La pizza fritta è uno dei piatti tipici della cucina napoletana ed anche uno dei più famosi prodotti da street food in città. In questo appuntamento vi presentiamo, quindi, la ricetta della pizza fritta con cicoli e ricotta.

Tra le tante specialità culinarie napoletane non può mancare, quindi, come tante altre magnificamente raccontate anche dal grande Eduardo nelle sue opere. La pizza fritta e piatti come la parmigiana di melanzane sono ormai le ricette che meglio identificano le terre vulcaniche in campi quali tradizione e cucina.

Diventa, così, la regina indiscussa della cucina napoletana. Soprattutto se ripiena di uno dei classici matrimoni di gusto come quello tra ricotta e cicoli.

I tempi di preparazione della pizza fritta con cicoli e ricottaIngredienti

  • 500 gr pasta da pizza fatta in casa (magari si può linkare la ricetta della pizza classica proposta in precedenza)
  • 350 gr ricotta di bufala
  • 150 gr fioridlatte di Agerola
  • 50 gr parmigiano reggiano
  • 150 gr cicoli di maiale
  • sale e pepe q.b.
  • 1 l circa di olio di semi di arachide

L’impasto e il ripieno

Appena pronto l’impasto da pizza, bisognerà formare dei panetti di circa 100 gr cadauno e porli nuovamente a lievitare a temperatura ambiente per circa 2-3 ore, ben coperti con un panno. In una ciotola amalgamate assieme alla ricotta ed al fiordilatte, a cui avrete eliminato l’eccesso di acqua di conservazione, un pizzico di sale, uno di pepe, i cicoli ed il parmigiano grattugiato.

Frittura

Ponete una manciata di ripieno su metà di un panetto di pizza steso e richiudete il bordo, usando magari i rebbi di una forchetta per far aderire per bene i due lembi di pasta. Chiudete le pizze a mezzaluna, riscaldate l’olio a 180° e friggete le pizze cicoli e ricotta irrorandole continuamente con l’olio della padella e rigirandole se necessario. Prelevatele dalla padella solo se ben dorate e facendo attenzione ad eliminare l’olio in eccesso, servendole così bollenti.