HomeCulturaCaravaggio in mostra al Museo di Capodimonte di Napoli con le opere del periodo napoletano

Caravaggio in mostra al Museo di Capodimonte di Napoli con le opere del periodo napoletano

La mostra su Caravaggio a Napoli al Museo di Capodomonte

In arrivo al Museo di Capodimonte di Napoli la prima mostra su Caravaggio che approfondisce le opere del soggiorno partenopeo e gli effetti sulla scuola pittorica napoletana.

A partire dal mese di aprile 2019 ci sarà un’imperdibile mostra su Caravaggio al Museo di Capodimonte che, per la prima volta, si soffermerà sulle opere realizzate dal grande Michelangelo Merisi durante il suo soggiorno napoletano, probabilmente il periodo più intenso della sua intera produzione artistica. Non si conoscono ancora le date precise ma si sa di per certo che la mostra durerà tre mesi, fino al luglio 2019.

Un evento unico nel panorama nazionale che già si colloca ai primi posti tra le mostre più attese della primavera 2019, in una città come Napoli che ospita già, e che accoglierà nei prossimi mesi, eventi artistici di grande rilievo come la mostra di Escher al Pan, quella di Chagall alla Basilica della Pietrasanta e quella su Canova al Museo Archeologico Nazionale.

La mostra Caravaggio a Napoli è stata annunciata nei giorni scorsi dal direttore del Museo di Capodimonte Sylvain Bellenger durante un’intervista a La Repubblica. Egli ha sottolineato l’importanza di un’esposizione dedicata a Caravaggio nella nostra città dopo ben 15 anni di assenza.

“Non servirà per fare visitatori, ma per studiare i 18 mesi di Caravaggio a Napoli e il suo effetto sulla scuola pittorica napoletana. Seguirà un percorso caravaggesco attraverso la città: i luoghi dove è vissuto e che ha frequentato, quello del suo studio, quello che l’ha accolto quando è arrivato come un rifugiato in un paese nuovo con leggi diverse. L’ultima mostra su Caravaggio a Napoli è stata nel 2004, in questi 15 anni ci sono state tante novità e anche la nostra visione di Caravaggio è cambiata: a quella incentrata sulle prostitute e i ragazzi di Roma ora si preferisce quella del dramma che segue l’episodio dell’assassinio in duello da parte del Merisi di Ranuccio Tomassoni”

Caravaggio a Napoli, le opere del periodo partenopeo e gli effetti sulla pittura napoletana

La novità della mostra su Caravaggio allestita al Museo di Capodimonte è lo speciale focus sulle opere eseguite da Michelangelo Merisi nei suoi due soggiorni napoletani.

Caravaggio arrivò la prima volta a Napoli nel 1606, fuggendo da Roma, e soggiornò nei Quartieri Spagnoli. Risalgono a questo periodo opere come le “Sette Opere di Misericordia” e la “Flagellazione di Cristo”. Il secondo soggiorno napoletano fu nel 1610, anno in cui Caravaggio dipinse il “Martirio di Sant’Orsola”, l’ultima opera eseguita prima di morire e custodita nella Galleria di Palazzo Zevallos a Napoli.

La mostra Caravaggio a Napoli sarà, quindi, l’occasione per capire quanto la città di Napoli, le sue suggestive atmosfere, i suoi caratteristici vicoli, i suoi ambienti pieni di vita e di personaggi stimolanti, abbiano influenzato la produzione artistica del Maestro, rispecchiandone in modo particolare anche il carattere turbolento e ribelle. Ma un valido altro motivo per visitare questa mostra è conoscere l’influenza che Caravaggio ebbe sulla pittura seicentesca a Napoli e gli effetti della sua particolare arte sulla scuola pittorica napoletana.

Informazioni sulla mostra Caravaggio a Napoli

Quando: da aprile a luglio 2019 (date ancora da definire)

Prezzo biglietti: (ancora non disponibili)

Dove: Museo di Capodimonte, via Miano 2, Napoli

Vota questo post
[Voti: 3    Media Voto: 3/5]
banner di collegamento a Napolike Turismo