Pubblicato 
giovedì, 15 Luglio 2021
Napolike

Olimpiadi Tokyo 2020: chi sono gli atleti napoletani e campani che gareggiano

Dopo il trionfo di Donnarumma, Insigne e gli altri giocatori campani che hanno portato l’Italia sulla vetta degli EURO 2020, puntiamo l’attenzione sui giochi olimpici di Tokyo che si apprestano ad aprirsi.

Tokyo 2020 si svolgerà, secondo il calendario ufficiale, dal 23 luglio fino all’8 agosto 2021. Ricordiamo che l’evento è stato posticipato di un anno, infatti le date originali correvano durante lo stesso periodo del 2020 ma a causa della pandemia non fu possibile svolgere i giochi olimpici. Il nome, però, rimane Tokyo 2020 per questioni di marketing.

Anche in questa importante competizione sono molti gli atleti napoletani che cercheranno di conquistare una medaglia d’oro, ma vediamo nello specifico:

Alessandro Sibilio

Ha iniziato la sua carriera in sport come nuoto e basket ma nel 2009 si è concentrato esclusivamente sull’atletica, in particolare sugli ostacoli. Oggi è uno dei migliori ostacolista e velocista italiani. Tra gli ultimi premi conseguiti ha ottenuto una medaglia d'oro nei 400 metri ostacoli agli Europei under 23 di Tallinn 2020 e un'altra medaglia d’oro agli Europei under 18 di Tbilisi 2016.

Update: arrivato in finale, posizione ottavo con tempo di 48''77

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Alessandro Sibilio (@alessandrosibilio)

Teodorico Caporaso

Laureato in Ingegneria Meccanica all'Università Federico II di Napoli, si avvicina all'atletica leggera poco prima dei suoi 18 anni, per precisione all'età di 17 anni. Famoso per essere un marciatore italiano che ha partecipato già ai Mondiali, agli Europei e nei Mondiali a squadre del 2016 a Roma ha conquistato il quarto posto individuale.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Teodorico Caporaso (@teowalker87)

Raphaela Lukudo

Nata ad Aversa in Italia da genitori sudanesi, ha cominciato a praticare l'atletica leggera all'età di 12 anni (categoria Ragazze) nel 2006 con il Mollificio Modenese Cittadella restandoci fino al 2014. A partire dal 2015 gareggia per l'Esercito. Lukudo è nata ad Aversa da genitori sudanesi e si è avvicinata all’atletica leggera a 12 anni e dal 2015 gareggia per l’Esercito. Debutta nei campionati nazionali come cadetta negli anni 2008-2009.

Ha vinto l'oro nell'evento 4×400m durante Giochi del Mediterraneo 2018.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Raphaela Lukudo (@raffalabionda)

Angela Carini

Carini è una ex poliziotta e grazie a questa sua carriera accede allo sport tramite la sezione giovanile delle Fiamme Oro. L’anno dopo essersi laureata campionessa europea di pugilato vince la sua prima medaglia d’oro nei mondiali di pugilato femminile nella categoria youth.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da 𝑨𝒏𝒈𝒆𝒍𝒂 𝑪𝒂𝒓𝒊𝒏𝒊 (@angela.carini_tiger)

Irma Testa

Irma Testa, pugile italiana, riesce a conquistare la sua prima medaglia d’oro all’età di 14 anni ed anche un bronzo in Polonia nel 2012. Ha, inoltre, gareggiato nell’Olimpiade dei Giochi di Rio de Jeneiro 2016 come prima pugile italiana. Di recente, nell’anno 2019, si laurea campionessa europea nella categoria pesi piuma riuscendo a battere l'inglese Karriss Artingstall nella finale dei campionati continentali ad Alcobendas.

Update Tokyo 2020: medaglia di bronzo

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Irma Testa (@iosonoirmatesta)

Christian Parlati

Nato in una famiglia già specializzata in questo sport, infatti il padre è il tecnico del judoka Raffaele Parlati e nipote di Massimo Parlati è allenatore di judo. Anche il fratello, Enrico Parlati, pratica lo stesso sport. Partecipa alla Nippon di Ponticelli e per le Fiamme Oro e recentemente si aggiudicato la medaglia di bronzo agli europei di Lisbona 2021.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Christian Parlati (@parlati81)

Angelo Crescenzo

Crescenzo è un karateka specializzato nel Kumite. Ha iniziato molto presto, all’età di 5 anni, praticando l’attività sportiva kick boxing. Nel 2000 si è laureato Campione Italiano, si allontana da Kick Boxing e si avvicina al Karate nel 2003 e dopo tre anni riesce ad aggiudicarsi il suo primo titolo, con successive altre vittorie. Nel 2019 si conferma vicecampione continetale della categoria di peso agli europei di Guadalajara 2019, dove rimane sconfitto dal russo Evgeny Plakhutin.

Nel 2018 inizia il suo percorso, ben riuscito, per la qualificazione per Tokyo 2020.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Angelo Crescenzo (@angelo_crescenzo)

Gennaro Di Mauro

Gennaro di Mauro, fiore all’occhiello del canottaggio italiano, ha iniziato la sua attività agonistica nel 2015 e recentemente è riuscito a stabilire un importante record del mondo di indoor rowing: ha vogato per 30 minuti sul rower percorrendo la distanza di 9374 metri, mantenendo un passo medio di 1.36 ogni 500 metri, nuovo limite mondiale di categoria.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da California Rowing (@calmrowing)

Vincenzo Abbagnale

Figlio dell’ex canottiere italiano Giuseppe Abbagnale, ha cominciato la sua carriera nel settore a partire dal 2004 a soli 11 anni. Si arruola nel 2014 nella Marina Militare. Nel 2013 sfonda a livello mondiale nella categoria under23 del Campionato del Mondo e successivamente di nuovo nello stesso campionato ma fuori dalla categoria under23, in quella Assoluti. Seguono altri successi e nel 2018 partecipa ai Campionati Europei di Glasgow (Scozia) classificandosi al 4º posto nella specialità Quattro senza.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Vincenzo Abbagnale (@enzo.abbagnale)

Marco Di Costanzo

Ha iniziato la sua passione per questo sport all'età di dieci anni, seguendo le orme del fratello (Fabio Di Costanto, noto canottiere). Trai riconoscimenti ottenuti troviamo la medaglia di bronzo ottenuta alle Olimpiadi di Rio nel 2016.

Ha partecipato a Tokyo 2020 per sostituire Bruno Rosetti risultato positivo al COVID-19 pochi giorni prima dell'inizio della competizione.

Update: medaglia di bronzo nel quattro senza, con Giuseppe Vicino, Matteo Lodo e Matteo Castaldo

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Marco Di Costanzo (@marcodicostanzo)

Giuseppe Vicino

Inizia la sua carriera in questo sport nel 2005, nel Circolo del Remo e della Vela Italia, e durante la competizione olimpica di Rio 2016 ottiene il bronzo con Domenico Montrone, Matteo Castaldo e Matteo Lodo. Sin dagli esordi si è fatto notare conquistando 2 campionati italiani.

Update: medaglia di bronzo nel quattro senza, con Maurizio di Costanto, Matteo Lodo e Matteo Castaldo

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Giuseppe Vicino (@peppe.vicino)

Matteo Castaldo

Inizia la sua carriera nel 2020 tramite il Circolo Canottieri di Napoli. Il suo primo mondiale è quello junior di Atena e riesce a portare a casa il quarto posto. Nel 2013 ottiene l'oro, insieme a Di Costanzo, ai Giochi del Mediterraneo e nel 2016 ottiene l'oro sempre con il suo collega napoletano.

Update: medaglia di bronzo nel quattro senza, con Giuseppe Vicino, Matteo Lodo e Marco di Costanzo

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Matteo Castaldo (@matteo.castaldo)

Stefania Pirozzi

Esordia nel 2005 nei campionati italiani e, inizialmente, si aggiudica una medaglia d’argento nei 400m di stile libero ai campionati europei giovanili di Praga 2009. Poi si concentra sul nuoto, sua attività olimpica, nel 2011 dove debutta nella nazionale maggiore di nuovo raggiungendo il 25° posto. Vince, a fine 2012, l’argento agli Europei di Chartres 2012.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da STEFANIA PIROZZI (@stefypirozzi)

Mario Sanzullo

Sanzullo è un atleta delle Fiamme Oro e dei Canottieri di Napoli, ottiene la sua prima importante vittoria ai Campionati Mondiali di nuoto di Budapest 2017. Infatti, è riuscito ad ottenere la medaglia d’argento gareggiando nella 5km di nuovo di fondo. Ha anche ottenuto il bronzo nella 10 km di Rio 2016.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Mario Sanzullo (@mariosanzullo)

Alessandro Velotto

Riesce ad ottenere un ottimo successo durante gli Europei di Budapest del 2014 ottenendo la medaglia di bronzo e ottiene il medesimo riconoscimento durante il mondiale Gwangju 2019. Nella sua carriera ha raggiunto altri traguardi come l’argento nella Nazionale Under 20 durante i Mondiali di Almaty nel 2015. Ha portata a casa, nel 2016, il bronzo olimpico delle Olimpiadi di Rio.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Alessandro Velotto (@alevelo)

Vincenzo Renzuto Iodice

Ha raggiunto i suoi primi successi nel Posillipo ottenendo svariati scudetti giovanili e la prima importante vittoria arrivò nel 2015 vincendo la LEN Euro Cup. Nel 2018, gareggiando con Pro Recco, vince la Coppa Italia e campionato italiano

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @fanpage_renzuto

Vincenzo Dolce

Molteplici sono i titoli di Dolce, campione del mondo, Collare d’oro ed anche Dottore in giurisprudenza. Laureatosi quest'anno durante il 2020 in pandemia (quindi a distanza per rispettare la normativa anti-Covid). Il difensore dell’AN Brescia ha debuttato nel Circolo Nautico Salerno ma il suo vero esordio avviene presso la Rari Nantes Salerno con la quale è riuscito ad ottenere importanti titoli. Nel 2015 ha vinco la LEN EURO Cup.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Vincenzo Dolce (@vindolce)

Cristina Chirichella

La pallavolista, che gioca nell’AGIL, ha iniziato la sua carriera nel 2010 entrando nella federazione italiana del Club Italia partecipando così al campionato di Serie B1. Debutta nella pallavolo professionistica nel 2012 con il Robursport Volley Pesaro in Serie A1.

Vince tre Coppe Italia con l'AGIL Volley di Novara, lo scudetto 2016-17, la Supercoppa italiana 2017 e la Champions League 2018-19. Inoltre, ottiene la medaglia d’argento al World Grand Prix 2017, replicando la vittoria durante il campionato mondiale 2018 e la medaglia di bronzo durante il campionato europeo 2019.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Cristina Chirichella (@cristinachirichella10)

Monica De Gennaro

Dopo aver iniziato la sua carriera alla Libertas Sorrento, nel 2002 viene acquisita dalla Vicenza Volley nella Serie A1. Dopo altri spostamenti, durante la stagione 2004-05 copre il ruolo di libero. Successivamente viene convocata nella Nazionale maggiore dove si aggiudica la medaglia di bronzo al World Grand Prix.

Tra le sue recenti vittorie ottiene quattro scudetti, il premio di MVP nell'edizione 2018-19, quattro Supercoppe italiane, tre Coppe Italia, ottenendo il titolo come MVP, il campionato mondiale per club 2019 e la Champions League 2020-21. Inoltre, si aggiudica l’argento al World Grand Prix 2017 e la medaglia di bronzo al campionato europeo 2019.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da 𝓜𝓸𝓷𝓲𝓬𝓪 𝓓𝓮 𝓖𝓮𝓷𝓷𝓪𝓻𝓸-𝓢𝓪𝓷𝓽𝓪𝓻𝓮𝓵𝓵𝓲 (@mokidegennaroofficial)

Luca Curatoli

Lo schermidore italiano, specializzato nella sciabola, ha esordito ne 2014 portando a casa già due medaglie d’oro nel Campionato del Mondo Under 20. Dopo altre medaglie (argento a Montreux, oro al Campionato del Mondo assoluti a Mosca, argento agli Europei di Scherma del 2017 in Georgia). Porta a casa anche il bronzo individuale. Nel 2019, durante i mondiali di Budapest, ottiene il terzo posto nella gara individuale.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Luca Curatoli (@lucacuratoli)

Rossella Gregorio

La sportiva Gregorio entra nella 1990 come sciabolatrice classe 1990 e così avvia la sua formazione nella scuola di scherma di Salerno. Ottiene nel 2016 la prima convocazione olimpica per i Giochi Olimpici di Rio. Dopo 20 anni da schermidore ha conquistato molteplici titoli, tra i quali 9 Ori Internazionali e 6 titoli italiani. Nei giochi Olimpici di Rio del 2016 ha raggiunto il quarto posto e nel 2017 ha ottenuto il Collare d’Oro. All’età di 31 anni partecipa con onore alla seconda olimpiade, Tokyo 2020.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rossella Gregorio (@rossella_gregorio)

Tammaro Cassandro

Nella specialità Tiro a Volo, Cassandro affermerà nuovamente la sua abilità durante Tokyo 2020. Nel 2007 ha debuttato in nazionale e ha vinto la medaglia d’argento nel 2011 ai mondiali (categoria juniores) ed anche un bronzo nel 2013. Riesce a portare a casa anche una medaglia di bronzo durante gli Europei juniores del 2013.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Fiocchi (@fiocchimunizioni)

Marco Guida

Anche questa partecipazione rappresenta un grande onore per la Campania, difatti Guida, arbitro fin dall’età di 15 anni, rappresenta l’unico italiano nella lista degli addetti al VAR. Ricordiamo che il video assistenza arbitrale sarà introdotto per la prima volta nella storia delle Olimpiadi proprio durante Tokyo 2020.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Roba Da Arbitri (@robadaarbitri)

Cerchi qualcosa in particolare?
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram