HomeInformazioniRestyling del Lungomare di Napoli: allargamento pista ciclabile e nuova illuminazione

Restyling del Lungomare di Napoli: allargamento pista ciclabile e nuova illuminazione

Il comune di Napoli avvia i lavori per la riqualificazione del lungomare

Il Comune di Napoli prevede lavori di riqualificazione per il Lungomare: ecco come cambierà!

In un comunicato stampa del 20 ottobre 2017, l’Amministrazione comunale di Napoli ha dichiarato di aver ottenuto i fondi necessari per sostenere i lavori che riguardano il Lungomare.

Si tratta di 12 milioni di euro ottenuti con il finanziamento Programma Operativo Complementare Città Metropolitane 2014-2020 (Poc Metro 2020), e destinati a cambiare il volto del Lungomare, uno dei luoghi più significativi della città partenopea.

Il tratto interessato è quello che va da Piazza Vittoria al Molosiglio.

I lavori sul Lungomare di Napoli: come cambierà

I lavori consistono in un ampliamento del marciapiede, della pista ciclabile, nella sostituzione dell’asfalto con i basoli, nel miglioramento del sistema di illuminazione. A un anno dalla presentazione del progetto, sono stati finalmente reperiti i fondi. La disponibilità è immediata, ciò che conta ora è accelerare le pratiche burocratiche con Roma stando alle dichiarazioni dell’assessore al Diritto alla città, ai Beni comuni e all’Urbanistica Carmine Piscopo, che ha seguito e supportato il progetto fin dall’inizio.

Rendering nuovo Lungomare di Napoli

Il progetto rientra tra le prime e principali battaglie dell’amministrazione De Magistris che all’indomani dell’insediamento aveva promesso alla città un vero e proprio restyling della zona. Un progetto a lungo studiato fino a giungere al disegno finale che sembra essere finalmente attuabile.

Il Poc Metro 2020 prevede anche un finanziamento pari a 20.500.000 di euro per la riqualificazione e per favorire la mobilità sostenibile con l’acquisto di dieci bus eco-compatibili e a dematerializzare i titoli di viaggi. Le risorse sono destinate al miglioramento della città e della sua vivibilità.

Fonte: il Mattino e Comune di Napoli

banner di collegamento a Napolike Turismo