Pubblicato 
lunedì, 06 Luglio 2015
Napolike

Quartiere Vomero a Napoli

Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram
Ultimi eventi e novità presso Quartiere Vomero a Napoli

Il Vomero

L’edificazione del quartiere Vomero si deve ad un’operazione di bonifica avvenuta in seguito ad un’epidemia scoppiata nel 1884 che richiese l’ampliamento della città in un’area rurale.

In effetti, sin dal 1600, le famiglie aristocratiche e nobiliari si rifugiavano sulla collina per sfuggire alle pestilenze che colpivano la città e che, progressivamente, vi collocarono le proprie residenze. È il caso della Villa Floridiana, acquisita nell’Ottocento dai Borbone.

L’attuale estensione si deve alle costruzioni operate tra gli anni ‘40 e gli anni ‘70 del secolo scorso.

Il quartiere è posizionato sulla collina del Vomero ed occupa, infatti, una posizione sopraelevata rispetto al centro città ed è collegato alla parte basse tramite strade (è il caso del Corso Vittorio Emanuele) funicolari e metropolitane.

Il punto più alto del quartiere e della città è rappresentato dal Castel Sant’Elmo e dalla Certosa di San Martino collocata a 215 mt s.l.m.
Il termine Vomero si deve probabilmente alla natura agricola della zona e farebbe riferimento al vomere dell’aratro, la parte destinata ad incidere il terreno con un solco profondo.

Zone principali

Le principali zone del Vomero sono:

Informazioni sul quartiere Vomero





Come arrivare:

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram