HomeEventiNatale a Napoli: musica, teatro e installazioni luminose per resistere con la cultura

Natale a Napoli: musica, teatro e installazioni luminose per resistere con la cultura

Chitarra

Il Natale a Napoli, grazie all’Assessorato alla Cultura, prevede concerti e spettacoli teatrali online e belle installazioni luminose!

Come ben sappiamo questo è un periodo molto delicato e di emergenza, anche a Napoli, ma non per questo la cultura si ferma, anzi cerca di resistere alla crisi con tutte le proprie forze per regalare ai cittadini momenti di gioia e di speranza anche a Natale e di contribuire alla rinascita del settore artistico.

Per questo motivo il Natale a Napoli sarà particolare grazie ad una bella iniziativa dell’assessorato alla Cultura e al turismo con il progetto “Natale a Napoli 2020: musica, teatro, danza e installazioni luminose per resistere con la cultura“.

Prevede un ricco palinsesto di eventi online, così come accaduto per la prima quarantena di marzo, diviso in tre grandi progetti di musica, arte ed installazioni luminose.

Lo streaming e gli aggiornamenti sul programma sulla Pagina Facebook dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Napoli suona ancora

In progetto con Arealive, l’iniziativa prevede l’esibizione di oltre 100 musicisti che si cimenteranno in tanti generi musical. Dal trap al rock, dal jazz al pop e alla musica classica, gli artisti suoneranno e canteranno in concerti che verranno trasmessi online. Le location coinvolte, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid, sono il PAN ed il Maschio Angioino.

Gli artisti coinvolti, tra gli altri, sono A67, Ars Nova, Flo, Francesco Di Bella, Foja, Lettieri, Gianni Lamagna, M’Barka Ben Taleb, Gnut, Maldestro, La Maschera, Zurzolo, Mimmo Maglionico & Pietrarsa.

(H)earth

Il progetto “ecosystem of arts and theatre nasce dall’idea e dall’esigenza di considerare arte e cultura come un cuore pulsante del nostro sistema Paese. Si tratta dunque di servizi fondamentali, così come riconosciuto anche dalla legge 175 del 2017; il loro, dunque, è un valore etico, morale ed economico.

Ecco perché i piccoli teatri saranno i protagonisti i piccoli teatri Airots napoli Na, Il Pozzo e il Pendolo, Nuovo Teatro Sanità, Teatro area Nord, Teatro dei Piccoli, Teatro Elicantropo, Teatro Nest, Teatro Sancarluccio, Teatro Serra, Teatro Tram, Teatro Trois. Con le loro 12 compagnie allestiranno 12 performance di danza, teatro e teatro ragazzi coinvolgendo oltre 100 persone che lavoreranno da dicembre ai primi mesi del 2021.

Il progetto è ideato da Teatri Associati di Napoli/Teatro Area Nord.

Luci sulla città

Purtroppo quest’anno non verranno accese le consuete luminarie natalizie, ma ci saranno delle speciali installazioni luminose in luoghi simbolo della città. Lo scopo è lanciare un messaggio di speranza per il presente ed il futuro. In tanti quartieri ci saranno queste belle installazioni come ad esempio a  Miano, a Ponticelli, sul Maschio Angioino, alla Sanità ed altri posti ancora.

Il primo simbolo ad accendersi è il Maschio Angioino il 23 dicembre: verrà proiettato il testo di una canzone molto amata dai napoletani. Poi, uno dietro l’altro, sarà il turno degli altri luoghi: Ponticelli, la Sanità, Palazzo Fuga a piazza Carlo III, Barra, Fuorigrotta, il Museo Filangieri, Pianura,  San Pietro a Patierno, Piscinola, Galleria Umberto I, Marianella, Miano, il Vomero, il Colonnato di piazza Plebiscito.

Vota questo post
[Voti: 0   Media: 0/5]


banner di collegamento a Napolike Turismo