Napoli, Zeppole di San Giuseppe: dove mangiare le migliori

Pubblicato 
venerdì, 17/03/2023
Di
Andrea Navarro
Zeppola di San Giuseppe napoletana

A Napoli la Zeppola di San Giuseppe ha un significato molto importante e trova la sua massima estensione nel giorno della Festa del Papà, ovvero il 19 marzo, ma anche negli altri giorni è possibile gustare questa specialità. Questa tradizione è presente sulle tavole dei napoletani sin dall’antichità e quasi nessuno riesce a resistere al sapore squisito di questo dolce tipico napoletano. Ma per assaporare la sua essenza si deve mangiare la vera zeppola e non banali imitazioni.

Prima di consigliarvi alcuni grandi nomi dove è possibile assaggiare Zeppola di San Giuseppe senza paragoni, parliamo un po’ della storia di questo simbolo di Napoli. Poi passeremo 5 attività che sfornano la vera zeppola napoletana.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Gelateria Del Gallo (@gelateriadelgallo)

Le origini della Zeppola di San Giuseppe

Le Zeppole di San Giuseppe sono un dolce tradizionale napoletano, la cui paternità viene attribuita alla città partenopea. La prima ricetta ufficiale risale al 1837 ed è stata scritta dal celebre gastronomo Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino, nel suo Trattato di Cucina Teorico-Pratico. La sua nascita è legata soprattutto a due leggende.

Leggenda Cristiana

La prima leggenda, di matrice cristiana, attribuisce la nascita delle zeppole alla fuga in Egitto della Sacra Famiglia. Si dice che San Giuseppe, per mantenere Maria e Ges√Ļ, dovette affiancare al mestiere di falegname quello di friggitore e venditore ambulante di frittelle.

Leggenda delle Liberalia

Capita spesso di sentir parlare delle Liberalia, feste romane organizzate in onore delle divinità del vino e del grano. Una leggenda ci porta a Roma durante queste celebrazioni, che si svolgevano il 17 marzo e comprendevano l'omaggio a Bacco e a Sileno, il suo precettore e compagno di bagordi. In queste occasioni, si beveva molto vino e ambrosia e si gustavano frittelle di frumento cotte in strutto bollente.

Con il divieto imposto dall'Imperatore Teodosio II su qualsiasi culto pagano, anche le Liberalia cessarono di essere celebrate. √ą possibile che nel tempo queste festivit√† siano state incorporate dal cattolicesimo, che ha stabilito la festa di San Giuseppe due giorni dopo il 17 marzo. A partire dal 1968, questa festa √® stata adottata come la festa del pap√†. Le zeppole, che ora portano il nome di San Giuseppe, sono in realt√† i discendenti delle antiche frittelle romane.

Le migliori Zeppole di San Giuseppe a Napoli

Attanasio

Il forno Attanasio, nato nel lontano 1930 grazie alla passione di Vincenzo Attanasio e Carmela Fabbrocino, rappresenta un autentico punto di riferimento per i napoletani e i turisti. Non è solo un luogo in cui acquistare sfogliatelle di altissima qualità, ma è un vero e proprio simbolo di Napoli dove poter assaggiare tutti i dolci della tradizione.

Indirizzo: Vico Ferrovia, 1-2-3-4, 80142 Napoli

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @sfogliatelleattanasio

Carraturo

Dal 1837 la Pasticceria Carraturo rappresenta una vera e propria icona della città di Napoli, con quasi due secoli di esperienza e tradizione nel settore dolciario. Da decenni, la pasticceria è famosa per la qualità dei suoi prodotti, che hanno conquistato i palati dei napoletani, dei turisti e dei clienti provenienti da ogni parte del mondo.

Indirizzo: Via Casanova, 97, 80139 Napoli

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Antica Pasticceria CARRATURO (@carraturo_pasticceria_dal_1837)

La Sfogliatella Mary

La pasticceria Sfogliatella Mary è un'autentica istituzione di Napoli, celebre per la produzione di dolci classici partenopei, tra cui le famose sfogliatelle. Situata in un angolo della Galleria Umberto, la pasticceria produce milioni di dolci ogni anno, che attirano sia turisti che appassionati di dolci locali. Si può definire una "mini" pasticceria, visto che si tratta di una sorta di vetrina, dove napoletani e turisti si mettono in fila per assaggiare l'eccellenza.

Indirizzo: Via Toledo, 66, 80134 Napoli

Leopoldo

Il Leopoldo è un locale storico di Napoli, situato in Via Foria di fronte al suggestivo Real Orto Botanico. Oggi, alla guida del ristorante ci sono due generazioni della famiglia Infante: i fratelli Gianni e Patrizio, che hanno ereditato la passione per la cucina dal fondatore e hanno lavorato nel locale fin dal 1967, e i loro figli, Leopoldo, Nunzia, Fabio e Marco.

Indirizzo: P.za degli Artisti, 6, 80129 Napoli /  Via Chiaia, 248, 80121 Napoli 

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Leopoldo Cafebar (@leopoldo_cafebar)

Santoro

La Pasticceria Santoro si afferma tra le migliori pasticcerie napoletane storiche, con oltre un secolo di storia alle spalle. La nostra famiglia, guidata da Ferdinando Santoro, ha tramandato di padre in figlio i segreti della pasticceria, per deliziare i palati dei napoletani con prodotti di alta qualità.

La Pasticceria Santoro ha aperto due punti vendita a Napoli, uno in Via Simone Martini nel 1989 e l'altro nel salotto del quartiere Vomero in Via Luca Giordano nel 2019.

Indirizzo: Via Simone Martini, 113, 80128 Napoli NA

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Gran Caffè Pasticceria Santoro (@pasticceriasantoro1915)

Informazioni sull'evento

  • Dove: Napoli
  • Quando: Domenica 19 marzo 2023
,
Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram