Seguici
Su di noi

Dopo 6 anni nel settore della promozione territoriale online e dopo essere divenuti il punto di riferimento per chi desidera conoscere gli eventi della città, abbiamo accolto il bisogno dei viaggiatori e creato una piattaforma appositamente studiata per loro. Non solo in italiano, ma disponibile in altre sei lingue: inglese, spagnolo, francese, tedesco, russo e giapponese. E presto molte altre.

Made It srl.
P.iva: 08846661216
Viale Antonio Gramsci, 11 – Napoli (80122)

Disponibile su Google Play
  • No products in the cart.
HomeCosa vedereLe cose da fare e vedere gratis a Napoli: musei, castelli, parchi e altri luoghi

Le cose da fare e vedere gratis a Napoli: musei, castelli, parchi e altri luoghi

Il Castel dell'Ovo nel Golfo di Napoli

A Napoli sono innumerevoli le bellezze artistiche e culturali da visitare e molte di esse sono ad ingresso gratuito, così da consentire facilmente a chiunque di conoscere meglio una parte del patrimonio della città.
Si tratta di musei, castelli, parchi, chiese ed altri luoghi storicie culturali in cui si possono ammirare opere d’arte, sale maestose o monumenti funebri di personaggi illustri, come le Tombe di Leopardi e Virgilio. Alcuni di questi luoghi sono simboli di Napoli, come il Maschio Angioino e il Castel dell’Ovo, ma non si possono non citare anche l’Orto Botanico, il Museo Madre e il PAN.

Nell’elenco che segue, le cose da vedere gratis a Napoli.

Maschio Angioino

Il Maschio Angioino, o Castel Nuovo, è uno dei simboli di Napoli e si erge in Piazza Municipio. È un castello medievale e rinascimentale realizzato per iniziativa di Carlo d’Angiò nel 1266, ma i lavori iniziarono solo nel 1279.

Nei secoli fu dimora di diversi sovrani ed un centro fervido di cultura. Si può accedere gratuitamente ogni domenica e nei giorni festivi ed è possibile visitare la Sala dei Baroni, il Percorso archeologico dell’ex Sala dell’Armeria, la Sala della Loggia che affaccia sugli arsenali ed il Cortile Monumentale. Il Museo Civico, invece, resta a pagamento.

Castel dell’Ovo

Il Castel dell’Ovo sorge sull’antico isolotto di Megaride e si staglia sul Golfo di Napoli con il suo tipico colore giallo. È il castello più antico di Napoli ed il suo nome deriva da una leggenda secondo cui il poeta Virgilio avrebbe posizionato, nelle segrete, un uovo che avrebbe mantenuto per sempre in piedi la struttura.

Dagli spalti e dalle terrazze, in cui si trovano cannoni spagnoli, si gode un bellissimo panorama. Nel castello ci sono la Torre Maestra e Normanna, cinque file di colonne della villa romana di Lucullo, le celle dei monaci scavate nella roccia e i resti della chiesa del Salvatore. L’ingresso è gratuito tutti i giorni, anche in caso di mostre temporanee.

Dove si trova: Via Eldorado, 3 – 80132 Napoli

Museo Madre

Il lunedì è il giorno di ingresso gratuito per il Museo Madre (Museo d’arte contemporanea Donnaregina), la struttura di arte contemporanea per eccellenza a Napoli che ospita collezioni permanenti e temporanee.

Tra gli artisti più noti che hanno allestito le proprie esposizioni al Madre si citano Lucio Fontana, Carlo Alfano, Robert Mapplethorpe, Jeff Koons e Daniel Buren.

Il museo è molto grande, si trova in un palazzo ottocentesco, consta di tre piani e le collezioni temporanee si trovano al terzo, mentre le permanenti al secondo.

Dove si trova: Via Luigi Settembrini, 79 – 80139 Napoli

Orto Botanico

Il Real Orto Botanico di Napoli fu fondato nel 1807 dal francese Giuseppe Bonaparte, che però realizzò un’idea del re Ferdinando IV di Borbone. Si può visitare gratuitamente tutti i giorni ed ospita 9000 specie vegetali e circa 25000 esemplari.

Le aree espositive con fiori e piante sono numerose e divise secondo criteri etnobotanici ben precisi. Contengono un palmeto, un agrumeto, il filiceto (con le felci), le zone con piante da deserto e da spiaggia, la torbiera, la Macchia Mediterranea e le mangrovie. Ci sono anche tre serre e la Sezione sperimentale delle piante officinali.

Dove si trova: Via Foria, 223 – 80137 Napoli

Tombe di  Leopardi e Virgilio

Le Tombe di Leopardi e di Virgilio si trovano nel Parco Vergiliano di Piedigrotta, che non va confuso con il Parco Virgiliano di Coroglio. È famoso perché contiene le spoglie di questi due grandi poeti ed il monumento funebre di Leopardi è quello che spicca maggiormente. Infatti, è costituito da una grossa ara in cui è inciso il nome del poeta, mentre di fianco c’è una stele con la firma del re Vittorio Emanuele III che ne attesta l’autenticità. Come terzo elemento c’è una lapide con una sanzione del re Umberto I che la rende monumento nazionale.
La Tomba di Virgilio, invece, è un colombario romano con un’iscrizione di Petrarca che invita il visitatore a fermarsi.

Dove si trova: Salita della Grotta – 80122 Napoli

Biblioteca Nazionale

La Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III si trova all’interno del Palazzo Reale di Napoli e contiene migliaia di volumi e collezioni preziose, molte delle quali private. Si stima che vi siano 19000 manoscritti, 4563 incunaboli, 1792 papiri ercolanesi, 1800000 volumi a stampa e più di 8300 testate di giornali periodici. Sono custoditi anche alcuni manoscritti di Giacomo Leopardi.
L’ingresso è gratuito tutti i giorni, sia per i cittadini sia per gli stranieri, purché abbiano compiuto 16 anni e siano in possesso di un documento di identità. Le sale sono affrescate e decorate in diversi stili, tra cui quello pompeiano, e vi si trovano anche molti busti, frutto di donazioni private.

Dove si trova: Piazza del Plebiscito, 1 – 80132 Napoli

Bosco di Capodimonte

Il Real Bosco di Capodimonte è il parco più grande della città e si trova adiacente alla Reggia omonima. Era utilizzato da Carlo di Borbone come riserva di caccia già dal 1735 e divenne parco pubblico solo negli anni ’60 del ‘900.

È l’area verde ideale per chi vuole trascorrere qualche ora di relax passeggiando e riposando, ma anche per chi vuole fare attività sportiva o un giro in bicicletta.

È un tipico giardino inglese e pullula di alberi secolari come olmi, querce, tigli e lecci.

Dove si trova: Via Miano, 4 – 80145 Napoli

Floridiana

La Floridiana è l’area verde del quartiere Vomero e prende il suo nome dall’omonima villa che si trova all’interno, intitolata alla moglie di Ferdinando IV di Borbone, Lucia Migliaccio, duchessa di Floridia. È formata da molti sentieri e boschetti e ci sono numerosi alberi di camelie.

È un misto tra un giardino all’italiana ed uno all’inglese e vi è un grande prato verde per passeggiare, stendersi e giocare. Verso la fine dei vari sentieri, si giunge allo splendido Belvedere che consente di ammirare un affascinante panorama su Napoli.

Dove si trova: Via Domenico Cimarosa, 77 e Via Aniello Falcone, 171 – 80127 Napoli

PAN – Palazzo delle Arti di Napoli

Il Palazzo delle Arti di Napoli è un museo che si trova dal 2005 nel Palazzo Carafa di Roccella. Insieme al Museo Madre, ospita sia collezioni sia mostre di arte contemporanea ed è sempre ad ingresso gratuito, eccezion fatta per alcune esposizioni temporanee più significative.

Spesso organizza anche conferenze, seminari, incontri, presentazioni di libri e rassegne cinematografiche, dando spazio anche a molti talenti emergenti. È uno dei punti di riferimento per molte associazioni ed artisti napoletani e non, un centro culturale in continuo fermento.

Dove si trova: Via dei Mille, 60 – 80121 Napoli

Duomo

La cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, più nota come Duomo , è la basilica più importante della città ed ingloba altre due chiese: la basilica di Santa Restituta e la Cappella del Tesoro di San Gennaro. Il Duomo, in realtà, è la sovrapposizione di vari edifici di culto sorti a partire dal IV secolo.

L’esterno è un misto di stili architettonici, dal Gotico trecentesco al Neogotico del 1800. All’interno vi sono 3 navate e 10 cappelle laterali, il soffitto secentesco è in cassettoni lignei e dorati e vi sono vari dipinti di Luca Giordano. Il Duomo di Napoli si visita gratuitamente, è a pagamento solo il Battistero paleocristiano.

Dove si trova: Via Duomo, 149 – 80138 Napoli