HomeCronaca[Aggiornamento] Treni ad alta velocità Frecce ed Italo tornano a viaggiare al 100% dei posti

[Aggiornamento] Treni ad alta velocità Frecce ed Italo tornano a viaggiare al 100% dei posti

Frecciarossa

Trenitalia ed Italo hanno deciso di far viaggiare i propri treni ad alta velocità utilizzando il 100% dei posti.

Loading...

Aggiornamento: dall’1 agosto il Ministro dei Trasporti Roberto Speranza ha fatto fare dietrofront a Trenitalia e Italo emanando un’ordinanza che obbliga a far rispettare il distanziamento sociale (i treni non possono viaggiare al 100% della capienza).

Non bisogna abbassare la guardia ed è necessario far rispettare le regole in vigore da tempo e, dunque, è obbligatorio mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro.

***

Da venerdì 31 luglio 2020 i treni a lunga percorrenza di Trenitalia e Italo tornano a viaggiare al 100% della loro capienza, dato che si sono realizzate le condizioni che erano previste dal DPCM del 14 luglio.

Infatti, i Frecciarossa, i Frecciargento e i treni Italo possono evitare di far sedere i viaggiatori a posti alternati perché, secondo il DPCM, tra le condizioni rispettate, ci sono quelle che prevedono la misurazione della temperatura dei passeggeri, il controllo dell’autodichiarazione in cui ognuno dichiara di non essere stato a contatto con positivi del Covid e l’obbligo di indossare la mascherina con sostituzione ogni 4 ore.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), inoltre, parlando della deroga al distanziamento di un metro adottata da Trenitalia e Italo, ha detto che è consentita a patto che l’aria a bordo sia rinnovata continuamente, che i flussi siano verticali e e si faccia in modo le porte di salita e discesa restino sempre aperte durante le soste e che, proprio le salite e le discese, devono essere disciplinate individualmente. In più, i posti devono essere assegnati e mai cambiati durante il viaggio.

Naturalmente tutto potrebbe cambiare nuovamente nei prossimi giorni se la situazione dei contagi dovesse peggiorare e se ci dovessero essere nuove indicazioni da parte del Governo.

Le preoccupazioni del Governo

In ogni caso, da parte del Comitato tecnico scientifico del Governo arrivano le prime dichiarazioni di preoccupazione perché questa decisione è stata adottata senza aver chiesto un parere al Comitato stesso. Infatti, nei prossimi giorni ci sarà un incontro con il Mit in cui ci si esprimerà contrariamente.

Il DPCM sarà in vigore fino all’8 agosto, ma così stando le cose non sappiamo se questa decisione di Trenitalia ed Italo durerà fino a tale data, anche perché ne sarà emesso un altro.

Vota questo post
[Voti: 0   Media: 0/5]



banner di collegamento a Napolike Turismo