Top Gear, storia, cancellazione e gli incidenti più famosi

Copertina di Top Gear

Era inevitabile, ma non per questo meno sorprendente: la BBC ha messo la parola “fine” su Top Gear. Un annuncio che ha fatto rumore come il rombo di un motore V8, segnando la chiusura di un programma che è stato più di un semplice show televisivo.

Ma approfondiamo la storia e, soprattutto, gli incidenti di questa trasmissione che, volente o nolente, ha cambiato il modo di fare tv.

La fine di un’epoca con la chiusura di Top Gear

“Top Gear” non è solo un programma, è un fenomeno. E così come tutto ciò che inizia ha una fine, anche per Top Gear la fine è arrivata, anche se in modo drammatico. Il brutto incidente con Freddie Flintoff a Dunsfold Park ha acceso i riflettori sulla sicurezza nello show.

La BBC, riflettendo sulle implicazioni, ha deciso di non rinnovare il programma.

Una lunga storia polemiche

Top Gear non è stato estraneo a controversie. Ma il programma era più di corse e auto di lusso, era un cocktail di humor britannico, recensioni ironiche e sfide folli. Questa miscela ha reso Top Gear unico nel suo genere.

Tra le accuse troviamo accuse di finzione, omofobia, danneggiamento di beni storici e offese a istituzioni, religioni e culture diverse da quella inglese.

Top Gear è stato accusato di essere sceneggiato e di utilizzare trucchi e illusioni per creare le sue acrobazie. Nel 2015, un video amatoriale ha mostrato i presentatori di Top Gear che preparano una scena in cui schizziano acqua sui clienti di un ristorante. Il video ha sollevato dubbi sulla veridicità delle scene di Top Gear.

Jeremy Clarkson è stato accusato di omofobia per alcune sue dichiarazioni, come quando ha detto che la sigla “Lgbt” sta per “lesbica, bacon, transgender“. Clarkson ha sempre negato di essere omofobo, ma le sue dichiarazioni hanno suscitato polemiche.

Top Gear è stato accusato di culturalmente insensibile per alcune sue scene, come con la battuta sulla pigrizia dei messicani. Clarkson ha sempre sostenuto che Top Gear è uno show di umorismo, e che le sue battute non devono essere prese sul serio. Tuttavia, le sue battute hanno suscitato indignazione in alcune parti del mondo.

Inoltre la trasmissione ha più volte danneggiato beni storici, monumentali e culturali di grande valore e rilievo, senza alcuna cura né interesse per gli stessi.

Gli incidenti a Top Gear

Top Gear, la trasmissione della BBC, è nota per le sue acrobazie automobilistiche mozzafiato e per i suoi presentatori carismatici. Lo show ha anche avuto la sua quota di incidenti, alcuni dei quali sono stati piuttosto gravi.

L’incidente più famoso di Top Gear è avvenuto nel 2006, quando Richard Hammond si schiantò contro un muro alla velocità di 288 miglia orarie, oltre 463km/h. Hammond stava guidando un dragster sul quale era stata montata una turbina di un caccia della RAF. L’incidente gli causò gravi ferite alla testa e al collo e dovette essere ricoverato in ospedale per diverse settimane.

@carclippingtons

Richard hammond crashes in landspeed record attempt ! #topgear #crash #richardhammond

♬ original sound – Carclippingtons

Nel 2011, sempre Hammond si è schiantato contro un muro alla guida di una Ford Fiesta RS WRC. L’incidente gli ha causato ferite minori, ma l’auto è stata completamente distrutta. Nel 2013, ancora Hammond ha avuto un incidente di motocicletta in Mozambico. L’incidente gli ha causato ferite alla testa e al collo, e dovette essere ricoverato in ospedale per diverse settimane.

Infine, nel 2017, Hammond ha avuto l’incidente più grave della sua carriera. Mentre stava guidando una Rimac Concept One, una supercar elettrica da 1.000 cavalli, è uscito di strada e ha preso fuoco. L’incidente gli ha causato gravi ferite, ma è sopravvissuto.

Un altro incidente grave è avvenuto nel 2017, quando James May si schiantò contro un albero alla guida di una Bugatti Veyron Super Sport. May è rimasto illeso, ma l’auto è stata completamente distrutta.

@topgear_best_gear

James May gets in a big crash and goes to the Hospital! ⚠️🚑⚠️ Part 2 #topgearmoments #carcrash #topgearuk #topgear #JamesMay

♬ original sound – Mitch_Clark

Nel 2019, Jeremy Clarkson si è schiantato contro un camion mentre guidava una Toyota Hilux. Clarkson è rimasto illeso, ma l’auto è stata danneggiata.

Infine, nel 2023, Freddie Flintoff è stato vittima di un grave incidente, che ha portato alla chiusura della trasmissione.

Oltre a questi incidenti gravi, Top Gear ha avuto anche una serie di incidenti minori. Questi incidenti hanno coinvolto presentatori, ospiti e membri dell’equipaggio. Tra questi i più famosi sono gli “incidenti” alla guida della famosissima auto a 3 ruote.

La cacciata di Jeremy Clarkson e il cambio di conduzione

Il 2015 ha segnato un punto di svolta: Jeremy Clarkson, figura carismatica e controversa, viene licenziato dopo una lite con un produttore. La sua assenza ha cambiato l’anima dello show, segnando l’inizio di un nuovo capitolo, ma con un sapore diverso.
Jeremy Clarkson fu licenziato dalla BBC il 25 marzo 2015, a seguito di una lite con uno dei produttori di Top Gear. Secondo quanto riportato dai media, Clarkson avrebbe insultato e aggredito fisicamente il produttore, Oisin Tymon, dopo che questi gli aveva servito una bistecca non cotta a suo piacimento.

La BBC ha avviato un’indagine interna sull’incidente e al termine di questa ha deciso di licenziare Clarkson. La decisione ha suscitato un grande clamore mediatico e molti fan di Top Gear hanno protestato contro il licenziamento.

In seguito alla cacciata di Clarkson, la BBC ha deciso di cambiare la conduzione di Top Gear. I nuovi conduttori sono stati Chris Evans, Matt LeBlanc e Sabine Schmitz. La nuova versione di Top Gear ha debuttato nel 2016, ma non ha avuto lo stesso successo della versione originale con Clarkson, Hammond e May.

Clarkson, Hammond e May hanno poi firmato un contratto con Amazon Prime Video e hanno lanciato un nuovo programma chiamato The Grand Tour. Il programma ha debuttato nel 2016, ed è stato un grande successo.

La cacciata di Clarkson da Top Gear è stata un evento importante nella storia della televisione. Ha dimostrato che anche i personaggi più popolari non sono immuni alle conseguenze delle loro azioni. Ha inoltre mostrato che il pubblico può essere molto legato ai suoi beniamini televisivi, e che può protestare contro le decisioni che li riguardano.

Il declino di Top Gear

Dopo l’addio di Clarkson, Hammond e May, “Top Gear” ha tentato di reinventarsi. Nuovi volti, nuovi stili, ma il cuore dell’audience è rimasto con i conduttori originali. Gli ascolti ne hanno risentito, mostrando che il trio aveva lasciato un vuoto difficile da colmare.

L’arrivo di The Grand Tour su Amazon Prime Video

Nel frattempo, Clarkson, Hammond e May non hanno perso tempo: hanno lanciato “The Grand Tour” su Amazon Prime Video. Questo show ha ripreso lo spirito di Top Gear, portandolo in una nuova era digitale, con la stessa formula vincente che ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo.

Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Potrebbero interessarti