Pubblicato 
venerdì, 07 Gennaio 2022
Fabiana Bianchi

Scuole in Campania, le medie e le elementari non riaprono: la decisione di De Luca

,
,

Nella consueta diretta del venerdì sulla sua Pagina Facebook, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha dichiarato che si va verso la proroga della chiusura delle scuole nella nostra Regione, ma solo delle elementari e delle medie.

La decisione finale e definitiva, però, sarà presa dopo il parere dell'ASL.

Sono questi i gradi scolastici in cui si registra il maggior numero di contagi anche perché gran parte degli alunni non si è vaccinato. Se la decisione sarà confermata e ufficializzata, si dovrà procedere alla Dad.

Ricordiamo, inoltre, che quasi sicuramente la Campania andrà in zona gialla.

I contagi nelle scuole in Campania

La paura del Governatore è tanta perché il Covid corre veloce e nelle scuole il numero è davvero alto. Secondo il report dell'Unità di Crisi della Regione Campania dello scorso 4 gennaio, ci sono 23mila positivi tra personale scolastico, docenti e studenti e solo gli studenti contagiati sono almeno 18 mila.

In queste condizioni non sarebbe saggio riaprire le scuole già il 10 gennaio, come previsto dal decreto nazionale, ma il Presidente vorrebbe tenerle chiuse almeno per tutto il mese.

Le parole di De Luca:

In questa condizione credo che sia irresponsabile aprire le scuole il 10 gennaio. Per quello che ci riguarda credo che non riapriremo le medie e le elementari. In queste ore stanno lavorando le nostre strutture sanitarie, credo ci sarà a breve una Unità di Crisi e credo prenderà atto di questa situazione in maniera responsabile.

Creo che andremo alla proroga dell'apertura dell’anno scolastico a fine gennaio per le scuole elementari e medie. Per il resto seguiremo con attenzione la situazione del contagio e dell’epidemia cercando di fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per garantire ai presidi, ai docenti e alle famiglie il massimo possibile di assistenza sanitaria e prevenzione per evitare situazioni ancora più pesanti e gravi.

Cerchi qualcosa in particolare?
Seguici su Google News
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram