Sbarchi a Lampedusa, soccorse 36 persone: morto un neonato

Pubblicato 
giovedì, 10/11/2022
Di
Andrea Navarro
migranti al largo

Tragiche notizie nella notte, la Capitaneria di porto ha agganciato un barchino diretto verso Lampedusa con a bordo 36 persone tra cui 9 donne e 2 minori.

Sembra fossero partiti dalla Costa d’Avorio a bordo di un misero barchino in quella che viene definita “La traversata della speranza” con adulti e bambini che attraversano anche migliaia di chilometri per sfuggire a guerre e carestie.

La triste scoperta dei militari: deceduto a bordo un neonato di soli 20 giorni

Ad aggravare il quadro gi√† drammatico si √® aggiunta una pessima notizia, al momento dell’aggancio e soccorso i militari hanno trovato la salma di un neonato, un bambino di soli 20 giorni deceduto a bordo.

Il personale medico del Favarolo ha effettuato un’ispezione sul corpo del piccino, riscontrando una corrispondenza tra la dichiarazione della madre e quanto √® avvenuto.

Pare che il bambino soffrisse di problemi respiratori e che, pertanto, la traversata fosse stato uno sforzo eccessivo per il suo fragile corpicino.
La causa del decesso, secondo il personale medico, è difatti da ricondursi ad una grave ipotermia. Totalmente assenti segni di violenza esterna, pertanto è stata esclusa ogni responsabilità di terzi.

La donna sembra provenisse dalla Tunisia, precisamente da Mahres, una cittadina sulla costa est.

Nessun funerale, programmata la sepoltura

Disposto il nulla osta per la sepoltura del cadavere da parte della Procura di Agrigento, nessun funerale in quanto la madre √® gi√† stata trasferita presso l’hotspot temporaneo di Imbriacola.

Una notte di sbarchi intensi, con 118 persone salvate

Tre in totale i barchini soccorsi dalla capitaneria, per un totale di 118 persone recuperate solo nel corso della notte, che vanno a sommarsi ai numerosi sbarchi della giornata con un totale di 522 persone sbarcate in un solo giorno.

Persone in fuga da tantissimi paesi, in particolare:

  • Costa d’Avorio
  • Burkina Faso
  • Guinea
  • Camerun
  • Nigeria
  • Tunisia

Il sindaco di Lampedusa scrive al Presidente Meloni

Una lettera molto concitata quella del primo cittadino di Lampedusa Filippo Mannino, che chiede a gran voce un incontro con il Ministro dell’interno Piantedosi per affrontare il dramma umanitario.

√ą un continuo ricevere chiamate da parte delle forze dell’ordine per informarmi che ci sono cadaveri. Mi sembra di assistere a un bollettino di guerra e ci√≤ che mi preoccupa √® che stia diventando una quotidianit√†, nell’indifferenza dell’Europa. √ą duro lavorare in queste condizioni, innanzitutto umanamente e poi perch√© ¬†il nostro comune non pu√≤ sopportare questo peso, anche per l’insufficienza di risorse umane, strumentali e finanziarie

Filippo Mannino

Sbarchi che scaldano la tensione dopo la questione della Ocean King, ora diretta verso le coste della Corsica con a bordo 234 migranti.

Informazioni sull'evento

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

√ą possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel pi√® di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di pi√Ļ sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram