Piazza Municipio, parte la nuova viabilità. Cosa è cambiato?

Lavori a Piazza Municipio

La nuova disciplina viabilistica di Piazza Municipio a Napoli sta causando gravi disagi nel traffico cittadino.
Tra cantieri e modifiche ai percorsi, gli automobilisti devono adattarsi rapidamente alle nuove condizioni stradali.

Dove nasce il disagio per gli automobilisti

La recente modifica della viabilità a Piazza Municipio a Napoli ha creato notevoli problemi di traffico. L’apertura di una nuova strada verso il mare e la modifica dei sensi di marcia hanno reso i percorsi più lunghi e complicati per gli automobilisti.

Ad esempio, per raggiungere Via Cristoforo Colombo partendo da Piazza Municipio, ora si devono percorrere 1,6 chilometri invece dei 300 metri precedenti.

Cosa è cambiato nella viabilità

Il cambiamento, di fatto, nasce dall’apertura della strada che costeggia l’antico fossato del Maschio Angioino, come parte di un più ampio progetto di risistemazione di Piazza Municipio. Questo prevede anche l’apertura del parco archeologico collegato alla stazione della metropolitana e al sottopassaggio che collegherà direttamente con la stazione marittima.

Gli esperti prevedono un grande caos nella viabilità solo per i primi giorni di attuazione del nuovo piano, fino a quando gli automobilisti non si adegueranno ai percorsi rinnovati.
Per evitare la paralisi del traffico, la polizia municipale sarà presente in larghe forze ad ogni incrocio, fornendo spiegazioni sui percorsi e gestendo le situazioni di emergenza.

La situazione del traffico è ulteriormente complicata dall’esplosione di cantieri in vista della tappa napoletana del Giro d’Italia.
Questi cantieri hanno invaso la città e sono diventati particolarmente invasivi su Via Marina, che dovrà accogliere le vetture provenienti dal nuovo caos di Piazza Municipio.

Nello specifico queste le variazioni:

  • L’istituzione del senso unico di marcia lungo la carreggiata lato Castel Nuovo, tra via Vittorio Emanuele III e via Ammiraglio Ferdinando Acton.
  • Per i veicoli che percorrono la carreggiata lato Castel Nuovo, sono state introdotte due nuove regole:
    • l’obbligo di svoltare a destra all’incrocio con via Ammiraglio Ferdinando Acton;
    • l’obbligo di dare precedenza ai veicoli transitanti su via Ammiraglio Ferdinando Acton.
  • È stato istituito il senso unico di marcia nella carreggiata compresa tra via Agostino Depretis e via Medina, con direzione via Medina.
  • Infine, è stato introdotto il divieto di sosta permanente con rimozione coatta nelle carreggiate di cui ai punti 1 e 3.

Le critiche e le preoccupazioni per la Salute Pubblica

Le modifiche alla viabilità hanno suscitato critiche da parte di Nino Simeone, presidente della commissione viabilità del consiglio comunale.

È assurdo che la città debba regolare la propria viabilità sulle esigenze dei cantieri della metropolitana. Bisognerebbe badare prima alle esigenze dei cittadini e poi a quelle di chi gestisce quei cantieri eterni che tengono in scacco Napoli da decenni

Nino Simeone

Voci contrarie arrivano anche dalla Cisl Funzione Pubblica.

Tutta l’area della nuova viabilità, rischia di diventare un’enorme camera a gas. Chiederemo all’Arpac e all’Asl di competenza di effettuare i rilievi riguardanti lo smog che si produrrà nell’area interessata dal piano traffico a tutela della salute di tutti gli operatori della polizia municipale e dei cittadini

Cisl Funzione Pubblica

Quest’ultima ha espresso preoccupazioni per l’aumento dello smog nell’area interessata dal piano traffico, chiedendo all’Arpac e all’Asl di effettuare rilievi a tutela della salute degli operatori della polizia municipale e dei cittadini.

Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Fonte immagine: Google Maps
Parliamo di:
Potrebbero interessarti