Napoli, Cinema Metropolitan verso la chiusura: Bingo al suo posto?

metropolitan_napoli

La notizia della probabile chiusura del cinema Metropolitan era già stata diffusa, ma ad oggi le probabilità aumentano esponenzialmente. Il contratto di locazione con Intesa Sanpaolo, che possiede gli spazi dove è presente il cinema, non è stato rinnovato.

Cosa potrebbe esserci al posto del Metropolitan?

Gli spazi dell’attuale cinema potrebbero ospitare locali di vario genere. Secondo recenti indiscrezioni, al posto dell’area culturale potrebbe nascere un Bingo o un supermercato o addirittura una discoteca. Questo è quanto viene affermato recentemente.

Una perdita importante per Napoli

Una grave perdita per la cultura della città, afferma Gianluca Daniele, segretario generale SLC CGIL Napoli e Campania, soprattutto considerando che il multisala, che ha riaperto nel 2009, dopo una chiusura forzata di alcuni mesi, ha sette sale, millesettecento posti e dodici addetti. Il cinema, che è stato presentato come il più grande d’Italia e tra i più grandi d’Europa, ha una storia alle spalle che risale al 1950. Ma la crisi post-covid non sembra risparmiare nessuno.

Si chiede l’aiuto del sindaco Manfredi

Luigi Grispello, presidente di AGIS Campania e vicepresidente nazionale ANEC, ha dichiarato la continua ricerca di un accordo con i proprietari degli spazi. È stata formulata una proposta, ma senza ottenere alcuna risposta.

L’istituto di credito ha affermato che non è stata ancora rilasciata alcuna dichiarazione ufficiale in questa fase. Anche se il desiderio degli imprenditori di investire permane, la contrazione del mercato del 80% rende difficile il loro operato.

La società Sistema Spettacoli, che gestisce la multisala di via Chiaia, ha lottato fino a Natale per evitare la chiusura, ma oggi il muro è troppo alto. In molti richiedono un intervento immediato da parte del sindaco Manfredi per individuare una soluzione che scongiuri questa possibilità.

Seguici su Telegram
Scritto da Andrea Navarro
Parliamo di:
Potrebbero interessarti