Metro Linea 1 di Napoli, Wi-Fi e rete cellulari 5G da Febbraio

Metropolitana Linea 1 di Napoli

La Metrò Linea 1 di Napoli si appresta a vivere un’importante evoluzione tecnologica: l’introduzione del servizio Wi-Fi. Inizialmente prevista per dicembre, è stata ora posticipata a febbraio.
Questa novità, attesa con impazienza dai viaggiatori, promette di adeguare l’esperienza di viaggio ai canoni europei, offrendo quantomeno connettività e accesso a Internet durante gli spostamenti.

Vediamo come funzionerà.

Le cause del rinvio a Febbraio

Il ritardo nell’attivazione del Wi-Fi sulla Metrò Linea 1 è attribuibile a una serie di complicazioni. L’assessore ai Trasporti, Edoardo Cosenza, ha sottolineato come gli interventi infrastrutturali, tra cui l’installazione di nuove scale mobili alla stazione di piazza Vanvitelli, abbiano inciso sui tempi previsti.

I lavori notturni, necessari per non interrompere il servizio diurno, hanno ulteriormente rallentato il processo. Nonostante questi ostacoli, l’assessore assicura che i lavori sono ora in fase avanzata e si avvicinano al completamento.

Come si accederà al Wi-Fi della Metropolitana Linea 1?

Per accedere al Wi-Fi nella Metrò Linea 1, il procedimento sarà simile a quello adottato in molti hotel. Una volta entrati nella copertura Wi-Fi, i viaggiatori dovranno collegarsi alla rete, a questo punto si aprirà automaticamente una pagina di login dove sarà possibile accettare i termini e accedere al servizio.

Questa modalità garantisce una connettività semplice e sicura, sia nelle stazioni che a bordo dei treni. Il servizio, completamente gratuito, promette una navigazione veloce e affidabile e presto con l’integrazione del supporto per la tecnologia 5G avremo anche accesso alla rete cellulare.

Quando sarà attivata la rete cellulari?

Oltre al Wi-Fi, un’altra novità di rilievo per la Metrò Linea 1 è l’attivazione della rete cellulari con connettività 5G. Secondo le informazioni fornite dall’amministrazione, questa attivazione è prevista entro la fine di Febbraio 2024, grazie al sistema DAS (Distributed Antenna System) per la ripetizione del segnale in modalità multi-operatore.

Un avanzamento che consentirà ai passeggeri di usufruire della copertura del segnale mobile anche all’interno delle gallerie e nelle stazioni interrate.

Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Parliamo di:
Potrebbero interessarti