Mameli su Rai 1, anticipazioni e trame puntate del 12 Febbraio

Mameli fiction Rai

Nel cuore di Genova, nel 1847, prende vita la storia di “Mameli, il ragazzo che sognò l’Italia“, una serie proposta da Rai 1 che ci immerge nelle vicende di Goffredo Mameli. Questo giovane, animato da ardenti sogni e nobili ideali, ci guiderà attraverso un viaggio fatto di passioni, idee rivoluzionarie e momenti storici cruciali.

La narrazione, lontana dallo stile didascalico e forse noioso delle convenzionali ricostruzioni storiche, si dipana tra gli intrecci di un racconto personale e gli eventi collettivi che hanno segnato un’epoca.

Trama primo dei due episodi di Mameli su Rai 1 del 12 Febbraio

La serie si apre in una Genova vivace e piena di contrasti, dove il giovane Goffredo Mameli, interpretato con maestria da Riccardo De Rinaldis Santorelli, si muove tra le sfide e le passioni della sua età. Durante una festa da ballo, il destino vuole che i suoi occhi incontrino quelli di Geronima Ferretti, la marchesina dallo spirito libero e ribelle, magistralmente portata in scena da Barbara Venturato. Tra loro scatta qualcosa di più di un semplice colpo di vista; è un’intesa profonda, fatta di sguardi che trasmettono la condivisione di un sogno più grande, quello di un’Italia unita e libera.

Ma l’amore, si sa, non naviga mai in acque tranquille. La madre di Geronima, interpretata da una Lucia Mascino in grande forma, è guidata da convinzioni opposte e cerca in tutti i modi di ostacolare questa unione, spesso manipolata dalle oscure trame del gesuita Padre Sinaldi, un ruolo in cui Luca Ward infonde tutta la sua abilità attoriale. Questo intreccio di relazioni mette alla prova la resilienza e la determinazione dei giovani innamorati, costringendo Mameli a un doloroso distacco.

Tuttavia, proprio quando sembra che tutto sia perduto, la vita offre a Goffredo un nuovo inizio. L’incontro con Nino Bixio, un personaggio carismatico e rivoluzionario interpretato da Amedeo Gullà, segna una svolta decisiva. Bixio introduce Mameli nel cuore pulsante della resistenza genovese, la società segreta “Entelema“, dove giovani visionari condividono il sogno di cambiare il mondo. Qui, Mameli trova non solo un nuovo scopo, ma si afferma anche come leader, galvanizzando il gruppo con la sua poesia e il suo ardore, e dando vita a manifestazioni che scuotono l’anima della città.

Trama secondo episodio di Mameli su Rai 1 del 12 Febbraio

Il secondo episodio di “Mameli, il ragazzo che sognò l’Italia” riprende il filo della narrazione nel punto in cui l’avevamo lasciato, con Goffredo Mameli ormai immerso fino al collo nel fervore rivoluzionario della società segreta Entelema. La sua figura emerge sempre più come quella di un leader ispiratore, capace di muovere le masse con la forza delle sue parole e della sua visione.

Il culmine di questo episodio è raggiunto con la composizione dell’Inno d’Italia, un momento di straordinaria potenza emotiva e simbolica. La penna di Mameli, guidata da un impeto creativo senza precedenti, dà vita a versi che diventeranno l’emblema di un’intera nazione in cerca di identità e unità. La musica, composta dal talentuoso Michele Novaro, si fonde con le parole di Mameli in un’armonia perfetta, creando un inno che risuonerà nei cuori degli italiani per generazioni.

L’apice emotivo è raggiunto durante la grande manifestazione dell’Oregina, dove l’Inno è intonato da oltre trentamila persone, in un momento di comunione collettiva che segna un punto di non ritorno nella coscienza nazionale italiana. La scena, ricca di pathos, è un vero trionfo di regia e interpretazione, che trasporta lo spettatore al centro di quell’evento storico, facendogli percepire tutta la carica emotiva e l’importanza di quel momento.

Ma “Mameli” non è solo il racconto di un’ispirazione poetica; è anche la storia di giovani pronti a mettere in gioco la loro vita per i propri ideali. La notizia dell’insurrezione di Milano contro gli Austriaci, nel marzo del 1848, fa da preludio a una svolta drammatica: Mameli e i suoi compagni decidono di passare dall’azione ideale all’azione concreta, partendo per la Lombardia per unirsi alla lotta armata. Un passaggio che segna il definitivo abbraccio di Mameli alla causa dell’indipendenza e dell’unità italiana, ponendo le basi per quello che sarà il suo leggendario contributo alla storia del Risorgimento.

Dove vedere Mameli e a che ora va in onda

Non perdere “Mameli, il ragazzo che sognò l’Italia” in onda su Rai 1 in prima serata alle 21:30. Per chi cerca flessibilità, la serie è disponibile anche in streaming su RaiPlay, accessibile in ogni momento e da qualsiasi dispositivo.

In questo articolo:
Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Parliamo di:
Potrebbero interessarti