Giancarlo De Luca in mostra al MANN (Museo Archeologico Nazionale di Napoli)

WhatsApp-Image-2023-09-13-at-09.27.13

Dal 22 settembre 2023 Napoli accoglie una nuova narrazione attraverso l’obiettivo del fotografo Giancarlo De Luca. Questo evento, minuziosamente curato da Roberta Fuorvia, intende immergere il pubblico in una realtà quasi dimenticata, rivivendo i fasti e le memorie del Real Albergo dei Poveri, una perla architettonica e storica di indiscutibile valore. Il MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli, diventerà il teatro di questo viaggio fotografico, dando voce nuova a vicende e particolarità di questo emblematico luogo napoletano.

Un evento speciale al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Il 22 settembre 2023, segnerà l’inizio di una mostra fotografica che catturerà l’attenzione e l’immaginario dei visitatori. Giancarlo De Luca, tramite le sue fotografie, ci condurrà in un viaggio nel tempo, all’interno degli spazi del Real Albergo dei Poveri, edificio che ha segnato la storia e la cultura di Napoli. Questa struttura, ideata nel XVIII secolo da Ferdinando Fuga per volontà di Carlo di Borbone, è rimasta un’icona nella città, raccontando decenni di evoluzione architettonica e sociologica.

Le fotografie selezionate per questa mostra rappresentano il risultato di una lunga raccolta, attenta e rispettosa, iniziata da Giancarlo De Luca una decina di anni fa. Queste immagini offrono un’interpretazione personale e profonda degli ambienti, captando le voci e i suoni che risuonano ancora tra le mura di questo monumento storico, trasmettendo al pubblico la grandiosità e l’importanza di uno dei monumenti più significativi di Napoli.

Un viaggio profondo attraverso la fotografia

L’esposizione è un vero e proprio atto d’amore verso la città di Napoli e il suo patrimonio architettonico. Ogni scatto sembra raccontare una storia, descrivendo un “prima” e un “durante” che sottolineano la transizione storica del luogo. Giancarlo De Luca riesce a mettere in luce la bellezza nascosta e l’importanza del Real Albergo dei Poveri, senza tralasciare alcun dettaglio, nemmeno le ombre più sfuggenti o i giochi di luce più sottili.

Roberta Fuorvia, la curatrice della mostra, sottolinea la maestria di De Luca nel richiamare particolari architettonici e oggetti presenti nelle fotografie, conferendo un tono quasi fiabesco a questo viaggio visivo. La mostra, che gode del patrocinio morale del Comune di Napoli e del supporto del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, sarà accompagnata da un catalogo dettagliato, previsto per essere presentato a dicembre.

Questo evento, che rappresenta una sinergia di arte e cultura, è stato reso possibile grazie al supporto di diverse organizzazioni e individui, evidenziando la collaborazione e l’unione nella valorizzazione del patrimonio culturale.

Seguici su Telegram
Scritto da Andrea Navarro
Potrebbero interessarti