A Pompei nasce via Diego Armando Maradona: una strada dedicata al campione

Pubblicato 
mercoledì, 28/09/2022
Di
Fabiana Bianchi
Murale per Maradona a Pompei

A Pompei ci sarà una strada intitolata a Diego Armando Maradona, il nostro amato Pibe de Oro, e a renderlo ufficiale è stato il sindaco della città, Carmine Lo Sapio, dopo la delibera della Giunta comunale. Sostituirà l’attuale Via Vittorio Emanuele III.

Si tratta di una strada che già era appellata in questo modo dagli abitanti della zona, ma d’ora in poi chiamarla così sarà corretto anche in via ufficiale. È la strada di Pompei in cui si trova il murale dedicato a Maradona e che è stato presentato durante il Pompei Street Art Festival.

Un ulteriore omaggio al campione del Napoli che ha contribuito a regalare alla squadra e alla città due scudetti negli anni ’80.

Chi ha realizzato l’opera dedicata a Maradona

Il murale che si trova in quella che diventerà Via Diego Armando Maradona è stato realizzato da un artista argentino, Maxi Bagnasco, dunque connazionale di Diego. La grande opera è stata fatta su una facciata della scuola Luigi Leone e rappresenta il calciatore con la maglia dell’Argentina indossata durante i mondiali del 1990.

C’è, però, una piccola differenza rispetto alla divisa originale: invece dello sponsor tecnico c’è il logo del Calcio Napoli. Un mix perfetto tra Napoli e Buenos Aires, un’idea molto apprezzata dai tifosi e dai curiosi che hanno visto il murale. Anche il centravanti Careca era presente all’inaugurazione ed è rimasto contentissimo di vedere il suo ex compagno di squadra omaggiato alla grande ancora una volta.

Murale per Maradona a Pompei
Credit foto: Maximiliano Bagnasco

Il legame di Maradona con Pompei

Gli abitanti di Pompei, soprattutto i giovani degli anni ’80 ora più che adulti, ricordano con affetto il profondo legame tra la loro città e Maradona. Il campione argentino, infatti, incontrò più volte i bambini accolti nei centri educativi del Santuario di Pompei ed una volta ne invitò 120 allo Stadio di Fuorigrotta, a Napoli (oggi intitolato a lui) per seguire una partita di beneficenza.

Inoltre, donò all’istituto Assunta Ponzo un pallone ed una maglietta con il numero 10 autografati e spesso faceva doni ai più piccoli “dribblando microfoni e telecamere”. Salvatore Carmando, lo storico massaggiatore di Maradona ha svelato che “Ogni Natale si recava dagli orfanelli di Pompei per  regalare giochi e fare donazioni alla struttura“.

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram