A Pasqua e Pasquetta stop per auto e moto a Capri, Ischia e Procida

Car ferry on the water, car deck and upper deck, two cars and spaces

In occasione di Pasqua 2023, a partire dal 6 Aprile sarà vietata la circolazione di auto e moto sulle isole di Capri, Ischia e Procida. Si tratta di un provvedimento deciso dal Ministero dei Trasporti che però ha specificato che ci potranno essere possibili deroghe al divieto ma che dovranno essere valutate e concesse solo dal Prefetto di Napoli, e quindi soltanto in caso di necessità ed appurata emergenza.

Inoltre, una volta concessa la possibilità di circolare con auto e moto, non si potranno superare le 48 ore di permanenza sull’isola. Di conseguenza, chi vorrà festeggiare la Santa Pasqua e la Pasquetta sulle isole dovrà farlo lasciando i propri mezzi di trasporto privati a terra.

Come fare per ottenere una deroga allo stop alla circolazione

Se avete necessità di chiedere una deroga allo stop alla circolazione dovrete presentare le istanze assieme a dichiarazioni sostitutive alla Prefettura di Napoli. In particolare, le domande dovranno essere consegnate presso l’ufficio accettazione situato in Piazzetta Carolina il lunedì e il mercoledì dalle ore 09:00 alle ore 13:00.

Oppure potrete scegliere di inviare un’email con posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.prefna@pec.interno.it e agli indirizzi concetta.lasala@interno.it e maria.viviani@interno.it per conoscenza.

La domanda potrà essere inviata compilando dei moduli disponibili sul sito ufficiale della Prefettura di Napoli, in particolare dovrete andare nella sezione Imbarco Isole -Limitazioni all’Afflusso e alla circolazione. I documenti che vi occorrono sono i seguenti:

  • Istanza scaricabile dal sito della Prefettura
  • Autodichiarazione compilata in ogni campo
  • Fotocopia del libretto di circolazione del veicolo per il quale si sta chiedendo la deroga
  • Fotocopia del documento di riconoscimento
  • Documentazione a supporto della richiesta che certifichi la “appurata e reale necessità ed urgenza”

La domanda sarà poi valutata dal Prefetto di Napoli che sarà l’unico a poter decidere se accettare la richiesta.

Seguici su Telegram
Scritto da Serena De Luca
Parliamo di: , ,
Potrebbero interessarti