Piazza Vincenzo Bellini a Napoli

Giu 2015

Mura greche a Piazza Vincenzo Bellini a Napoli

La piazza

Piazza Bellini è una delle zone più frequentate del centro storico di Napoli per la presenza, nelle vicinanze, di diverse sedi universitarie, il Conservatorio di San Pietro a Majella, l’Accademia di Belle Arti e la biblioteca della facoltà di “Lettere e filosofia” dell’Università degli studi di Napoli Federico II, e per la notevole quantità di bar e locali che vi si affacciano.

Il nome della piazza è dovuto al compositore Vincenzo Bellini che studiò al Conservatorio di Napoli. La piazza è, inoltre, dominata da una statua di Alfonso Balzico, scultore e pittore italiano, risalente al 1886.
Splendidi palazzi monumentali dei secoli XVI e XVII contornano la piazza. Un esempio è rappresentato dal Palazzo Castriota Scanderberg.

Le mura antiche

Sul lato occidentale della piazza è possibile ammirare alcuni resti delle mura della Neapolis greca che, su questo tratto, correvano lungo via Costantinopoli.

Si tratta di un sistema di fortificazione realizzato in blocchi di tufo compatto ed è del tipo a doppia cortina e doppio sistema di speroni. Le mura sono state datate, orientativamente, alla seconda metà del IV secolo a.C.

Informazioni su Piazza Vincenzo Bellini

Come arrivare:

  • Indirizzo: Piazza Vincenzo Bellini
  • Da piazza Garibaldi: Linea metro L1, stazione Dante, percorrere via Port’Alba e svoltare a sinistra per piazza Bellini (circa 4 minuti a piedi)

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi