Museo Cartastorie a Napoli: percorso multimediale permanente e migliaia di documenti

Mar 2016

Museo Cartastorie a Napoli

Il nuovo Museo Cartastorie a Napoli con migliaia di documenti sulla storia della città ed un percorso multimediale permanente!

Apre a Napoli, il 31 marzo 2016, il Cartastorie, un museo multimediale nell’Archivio della Fondazione Banco di Napoli. Si trova all’interno del Palazzo Ricca, risalente al ‘500, e contiene più di un miliardo di documenti che ci raccontano la storia di Napoli degli ultimi cinquecento anni.

Si tratta di un vero e proprio viaggio nella carta attraverso 6 installazioni del cosiddetto progetto Kaleidos: un percorso multisensoriale, in italiano e in inglese, che ci farà rivivere la storia della città tramite racconti che si possono estrapolare dalle ricevute di pagamento.

In tutte le carte ed i documenti si possono trovare le vite di popolani e personalità importanti, racchiusi in 17 milioni di nomi e ben più di 500 anni di storia. Ad esempio, si può scoprire che il famoso Cristo Velato della Cappella Sansevero costò 500 ducati, oppure si può sfogliare un originale libro pop-up con pagine tridimensionali che ci rivelano come avvenne l’acquisto delle pietre preziose della mitra di San Gennaro.

Tutti i documenti racchiusi nel museo Cartastorie sono stati selezionati per narrare storie e vite ben precise e caratterizzanti al meglio l’identità di Napoli.
L’ingresso sarà gratuito per tutti per i primi due mesi di apertura, quindi fino al 31 maggio 2016.

Ricordiamo che in città hanno aperto anche il macabro Museo delle Torture e l’interessantissimo Museo Anatomico.

Informazioni sul museo Cartastorie

Dove: via Tribunali, 213
Orari:

  • lunedì, giovedì e sabato: dalle 10.00 alle 17.00
  • martedì e venerdì: dalle 14.00 alle 20.00
  • domenica: dalle 10.00 alle 14.00
  • mercoledì: aperto solo per gruppi, su prenotazione a prenotazioni@ilcartastorie.it

Prezzo: gratuito fino al 31 maggio 2016