Vargas ed il fallimento in azzurro: rideva quando si parlava di Napoli

Pubblicato 
sabato, 01/06/2013
Di
Nadia Napolitano

Edu Vargas non sa né leggere, né scrivere, è questo il vero motivo alla base del suo fallimento in maglia azzurra.

Il cileno, attualmente in prestito al Gremio, ha incontrato a Napoli diversi problemi di ambientamento, che hanno finito col distruggergli la fama di castigatore delle folle, costruita con fatica all’Universidad de Chile (vice Pallone d’Oro sudamericano alle spalle di Neymar).

Con presupposti di tal genere, sfondare in un grande club sarebbe stato praticamente impossibile. Ne ha parlato Sabatino Durante, noto agente Fifa, ai microfoni di Radio Marte.

Vargas Benitez

Il ragazzo, tra le altre cose, non riusciva a digerire la poca considerazione che Mazzarri gli riservava. Quando Durante, prima del trasferimento, gli anticipava che sarebbe partito dalla panchina, il giocatore gli rideva in faccia, incredulo delle sue parole.

Vargas non si è mai calato davvero nella realtà partenopea, e forse ancora ne paga lo scotto. Con Benitez, però, potrebbe essere rivalutato, anche se resta intenzione del madrileno pensare in grande.

, ,

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram