Teatro San Carlo, presentata la stagione 2023/2024

Foto dell'interno del teatro San Carlo

L’attesa stagione teatrale del prestigioso Teatro di San Carlo prenderà il via il 9 dicembre con la celebre opera Turandot di Giacomo Puccini. La protagonista sarà il soprano statunitense Sondra Radvanovsky, mentre la direzione musicale sarà affidata a Dan Ettinger, con la regia di Vasily Barkhatov.

Un programma variegato tra lirica, danza e concerti

La stagione 2023-24, annunciata dal Soprintendente e direttore artistico Stéphane Lissner, si articolerà in dodici opere liriche, sei nuove produzioni, quattro balletti, sedici concerti, la terza edizione del Festival Pianistico e della rassegna cameristica. Tra gli artisti di fama mondiale coinvolti, spiccano Anna Netrebko, Yusif Eyvazov, Elīna Garanča e Nadine Sierra.

Un cartellone ricco di titoli femminili e debutti internazionali

Lissner ha sottolineato l’importanza dei titoli al femminile nella programmazione, con opere come Norma, Luisa Miller, Elektra e Carmen. La stagione si contraddistingue per un’offerta culturale che unisce tradizione e innovazione, professionalità altissime e capacità di divulgazione e incantamento.

Il coinvolgimento di grandi nomi del panorama musicale internazionale

Nel corso della presentazione, Dan Ettinger e la star Jonas Kaufmann hanno illustrato il programma. Kaufmann sarà protagonista di ben tre appuntamenti: La Gioconda di Ponchielli, un gala dedicato al cinema e un concerto con Ludovic Tèzier su duetti di Verdi, Puccini e Ponchielli.

La stagione del balletto e il Festival Pianistico

La stagione del balletto proseguirà l’itinerario di maturazione e di innalzamento tecnico e artistico del corpo di ballo voluto dalla direttrice Clotilde Vayer, alternando capolavori celebri della danza di tutti i tempi con coreografie più contemporanee. Inoltre, la terza edizione del Festival Pianistico si terrà nel maggio 2024 con la partecipazione di quattro virtuosi di fama internazionale, a cominciare da Grigory Sokolov.

Il Teatro San Carlo come simbolo culturale dell’Italia meridionale

Con questa programmazione, il Teatro di San Carlo si conferma un punto di riferimento mondiale per il belcanto, con la capacità di attrarre pubblico anche da paesi lontani e di rappresentare il simbolo culturale per eccellenza dell’Italia meridionale.

Ricapitolando:

  1. Turandot di Giacomo Puccini
  2. Norma di Vincenzo Bellini
  3. Luisa Miller di Giuseppe Verdi
  4. Elektra di Richard Strauss
  5. Carmen di Georges Bizet
  6. La Gioconda di Amilcare Ponchielli
  7. I vespri siciliani di Giuseppe Verdi
  8. Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart
  9. Il castello del duca Barbablù di Béla Bartók
  10. La voix humaine di Francis Poulenc

Per quanto riguarda il balletto:

  1. Don Chisciotte di Ludwig Minkus
  2. Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev
  3. Serata in omaggio al coreografo Jerome Robbins (con tre titoli su composizioni di Chopin, Debussy e Ravel)
  4. Serata di danza “francese” con una coreografia di Serge Lifar

Inoltre, la terza edizione del Festival Pianistico si terrà nel maggio 2024.

In questo articolo:
Seguici su Telegram
Scritto da Andrea Navarro
Parliamo di:
Potrebbero interessarti