Report, anticipazioni e servizi della puntata dell’8 Maggio 2023

Report di Sigfrido Ranucci

Nella puntata di “Report” del 8 maggio vengono affrontate diverse tematiche, tra cui il ruolo dei Bonafede nella latitanza di Matteo Messina Denaro, il legame tra estrema destra e penitenziari italiani e il coinvolgimento controverso di alcuni stadi nel Pnrr.

I Bonafede coinvolti nella latitanza di Matteo Messina Denaro

Nella puntata odierna di “Report”, viene indagato il coinvolgimento dei Bonafede, parenti dell’ex capofamiglia di Campobello, Leonardo Bonafede, morto nel 2020, nella latitanza di Matteo Messina Denaro.
Il programma cercherà di scoprire le attività precedenti dei cugini Bonafede e perché il loro ruolo nella protezione di Denaro non sia stato smascherato prima.

L’estrema destra entra nella gestione dei penitenziari italiani: cosa succede?

La trasmissione approfondisce il legame tra l’estrema destra e il mondo dei penitenziari italiani, analizzando la storia di Luigi Ciavardini, uno degli autori della strage di Bologna, e il suo rapporto con i Nar (Nuclei Armati Rivoluzionari).
Inoltre, verrà esaminata l’adesione di numerosi neofascisti all’associazione Nessuno Tocchi Caino, un’organizzazione che si occupa di carceri in Italia.

Stadi e Pnrr: finanziamenti controversi e progetti bocciati

Nella puntata, “Report” indaga il controverso coinvolgimento di alcuni stadi italiani nel Pnrr. Viene affrontato il caso degli investimenti per gli stadi di Firenze e Venezia, bocciati dall’Europa, e il ruolo del governo Meloni e di Matteo Renzi, noto tifoso della Fiorentina, nella questione della ristrutturazione privata dello stadio della squadra viola.
Infine, il programma esamina altri progetti legati allo sport entrati nel Pnrr in modo controverso e cerca di scoprire cosa si nasconde dietro alcuni strani finanziamenti.

Dove vedere la puntata di Report dell’8 maggio

La puntata di “Report” va in onda oggi, lunedì 8 maggio 2023, su Rai 3 alle 21.25 e sarà disponibile in live streaming e on demand sulla piattaforma Raiplay.

Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Potrebbero interessarti