Perché contrarre i muscoli addominali riduce la tachicardia?

Heart beat and globe. message of environmental awareness, sustainability

Nella finale di Sanremo Fiorello ha detto che contrarre i muscoli addominali riduce la tachicardia, ma come funziona?

L’attivazione del nervo vago, mediante azioni quali lo strizzamento degli occhi e la contrazione dei muscoli addominali, gioca un ruolo chiave nella modulazione della frequenza cardiaca. Questo metodo sfrutta le proprietà del sistema nervoso parasimpatico, che favorisce uno stato di calma e riposo, influenzando positivamente il ritmo cardiaco.

Incremento del tono vagale

La stimolazione del nervo vago attraverso gesti specifici può aumentare il tono vagale, contribuendo significativamente alla diminuzione della frequenza cardiaca. Questa attività rientra nelle funzioni del sistema parasimpatico, che agisce moderando lo stato di riposo e digestione.

Stimolazione della baroreflessione

Il meccanismo della baroreflessione è fondamentale nella regolazione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. L’attivazione del nervo vago, in risposta ai segnali dei recettori di pressione situati nelle arterie carotidi e nel seno aortico, induce una riduzione della frequenza cardiaca e la dilatazione dei vasi sanguigni, facilitando così un abbassamento della pressione.

Effetti dell’ossitocina

L’ossitocina, ormone legato a processi come l’allattamento e il parto, ha anche un ruolo nella regolazione della frequenza cardiaca. La stimolazione vagale può favorire il rilascio di ossitocina, che contribuisce al controllo della tachicardia.

Distrazione cognitiva

Pratiche come lo strizzamento degli occhi e la contrazione dei muscoli addominali possono offrire una distrazione dai sintomi della tachicardia, inducendo un effetto rilassante che si traduce in una riduzione indiretta della frequenza cardiaca.

Consigli aggiuntivi per la gestione della tachicardia

  • Respirazione profonda: Adottare tecniche di respirazione profonda può attivare il sistema parasimpatico, riducendo la frequenza cardiaca.
  • Rilassamento muscolare: Tecniche come la distensione progressiva o lo yoga possono migliorare il benessere cardiaco.
  • Attività fisica: Mantenere un regime di esercizio fisico regolare è benefico per la salute del cuore.
  • Evitare stimolanti: Limitare il consumo di caffeina e alcol può avere effetti positivi sulla frequenza cardiaca.
  • Sonno adeguato: Assicurarsi un riposo notturno sufficiente è essenziale per la salute cardiaca.
In questo articolo:
Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Parliamo di:
Potrebbero interessarti