Padre Pio, chi era il santo, la vita, le accuse, i miracoli, le stimmate

Padre Pio conforta un ammalato

Padre Pio, noto anche come San Pio da Pietrelcina, è uno dei santi più venerati in Italia e in tutto il mondo.

La sua popolarità è tale che, secondo un sondaggio condotto da Famiglia Cristiana, un italiano su tre invoca San Pio quando prega un santo. Tuttavia, nonostante la sua straordinaria popolarità, la santità di Padre Pio rimane un argomento di dibattito anche tra i cattolici.

La vita di Padre Pio

Nato nel 1887 con il nome di Francesco Forgione, Padre Pio entrò in seminario all’età di 16 anni.
Dopo essere diventato frate cappuccino, acquisì una notevole fama come guaritore. Durante la sua vita, fu spesso guardato con sospetto dalle gerarchie vaticane e per molto tempo fu considerato una sorta di impostore.

Al momento della sua morte nel 1968, Padre Pio era il sacerdote più popolare d’Italia nonché l’unico azionista del più grande ospedale del sud Italia del tempo: l’IRCCS Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza 

Controversie e accuse a Padre Pio

Nonostante la sua popolarità, la vita di Padre Pio non è stata esente da controversie.
Fu accusato di aver avuto rapporti intimi con alcune delle sue collaboratrici e di frode. Inoltre, ci furono sospetti che avesse avuto a che fare con uomini d’affari molto controversi.

Nonostante queste accuse, i suoi sostenitori sostengono che Padre Pio fu sempre perseguitato ingiustamente.

Le stimmate di Padre Pio

Secondo quanto dichiarato dallo stesso, il 20 settembre 1918, Padre Pio ricevette le stimmate, segni sul corpo che replicano le ferite di Cristo sulla croce.
Questo evento, sempre secondo la sua narrazione, avvenne mentre era in preghiera dopo la Santa Messa. Nonostante il dolore, Padre Pio non rivelò immediatamente la sua condizione ai suoi superiori o ai suoi compagni di convento. Fu solo dopo diversi giorni che le stimmate, a quanto risulta, furono scoperte da altri.

Padre Pio descrisse l’esperienza delle stimmate in una lettera a Padre Benedetto da San Marco in Lamis, in cui raccontò di una luce intensa e dell’apparizione di Cristo. Secondo Padre Pio, il sangue scorreva dal suo cuore “come una cascata d’acqua”.

Le stimmate rimasero sul suo corpo per il resto della sua vita, ma non furono visibili ai più dato che Padre Pio portava spesso guanti e bende per coprirle.
Dopo la sua morte le stimmate risultarono completamente chiuse.

Molti sono i dubbi nati sulla figura delle stimmate di Padre Pio, in quanto nessuno fu in grado di esaminarle, ad eccezione di medici cattolici, dato che le stesse risultavano sempre troppo dolorose proprio durante gli esami.

Inoltre, ad alimentare il sospetto che fossero autoinflitte con sostanze caustiche, c’è la documentazione di una richiesta (al tempo segreta) di acido fenico da parte di Padre Pio.

Il corpo di Padre Pio al momento viene mostrato al pubblico con dei guanti indosso, al fine di coprire le mani completamente guarite.

I miracoli di Padre Pio

Le storie di guarigione miracolosa direttamente collegate a Padre Pio iniziarono a diffondersi poco dopo la sua morte. Tra queste, vi è quella di un uomo di nome Antonio, che fu miracolosamente guarito da una grave malattia alla sua presenza, subito prima della sua morte.
Un’altra storia riguarda un giovane di nome Franco, che ha affrontato una malattia senza speranza all’età di 15 anni e si è miracolosamente ripreso dopo aver pregato a Padre Pio.

Queste due guarigioni hanno consentito a Padre Pio di esser riconosciuto come Santo.

Inoltre, molte persone hanno raccontato di aver sentito la presenza di Padre Pio in momenti difficili della loro vita. Uno di loro era un uomo di nome Carlo, che aveva perso un figlio.

Secondo Carlo, Padre Pio gli apparve in un sogno e lo aiutò a superare il dolore.

Il processo di canonizzazione

Il processo di canonizzazione di Padre Pio procedette lentamente e solo nel 2002 Papa Giovanni Paolo II, già gravemente malato, lo proclamò santo.
Oggi, i dubbi su San Pio sembrano essere in gran parte dimenticati dall’opinione pubblica cattolica.

La figura di Padre Pio oggi

L’atteggiamento di Papa Francesco nei confronti di Padre Pio è ancora abbastanza ambiguo ma tendenzialmente positivo.
Nonostante appartenga ai Gesuiti, un ordine della chiesa cattolica generalmente considerato piuttosto “cerebrale” e ostile ai fenomeni popolari e carismatici, Papa Francesco ha mostrato un atteggiamento positivo nei confronti del culto di Padre Pio.

La salma incorrotta di Padre Pio, perché non si decompone?

Il corpo di Padre Pio è rimasto intatto negli anni, e la credenza cattolica è che sia rimasto tale grazie al fenomeno della “incorruttibilità”, che si riferisce alla capacità di alcuni corpi di non subire la normale decomposizione nonostante non siano stati preservati in modo artificiale.

Questo fenomeno, spesso associato alla santità, ha suscitato l’interesse di molti, per la sua rilevanza religiosa.

Dal punto di vista chimico/fisico, il corpo di Padre Pio si conserva perché ha ricevuto un trattamento chimico per rimanere conservato dopo l’esumazione, ovvero tramite l’applicazione di

“una soluzione ad elevata concentrazione di formalina in alcool”.

Gabrielli

In sostanza si tratta di una procedura di imbalsamazione, la quale è stata poi completata con l’uso di creosoto, acido benzoico ed essenza di trementina

La salma di Padre Pio è conservata a San Giovanni Rotondo, dove continua ad attirare fedeli da tutto il mondo.

In questo articolo:
Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Fonte immagine: Instagram PadrePioItalia
Parliamo di:
Potrebbero interessarti