Misure anti-Covid a Chiaia e nel centro storico di Napoli: decine di strade a rischio chiusura

Pubblicato 
domenica, 19/12/2021
Di
Serena De Luca
Gaetano Manfredi

Nell’ambito dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, una situazione che ancora non sembra essere risolta, il sindaco della città di Napoli, Gaetano Manfredi, ha disposto un’ordinanza sindacale per evitare eventuali fenomeni di assembramento in alcune strade del centro storico e del quartiere Chiaia in vista delle festività natalizie.

Questo post in breve

Le strade interessate dall’ordinanza

Ecco le strade interessate dall’ordinanza:

  • via Alabardieri;
  • via C. Poerio;
  • vico Satriano;
  • vico Belledonne a Chiaia;
  • vicoletto Belledonne;
  • via Cavallerizza;
  • via Bisignano;
  • piazzetta Rodinò;
  • via Ferrigni;
  • via Fiorelli;
  • vico dei Sospiri;
  • vico II Alabardieri;
  • piazza Bellini;
  • via Santa Maria di Costantinopoli;
  • via Port’Alba;
  • via San Sebastiano;
  • via San Pietro a Majella;
  • piazza Miraglia;
  • piazzetta Nilo;
  • piazza San Domenico Maggiore;
  • via G. Paladino;
  • via Mezzocannone;
  • piazza San Giovanni Maggiore a Pignatelli;
  • via De Marinis;
  • via San Giovanni Maggiore a Pignatelli;
  • via F. S. Gargiulo;
  • via Candelora;
    28.largo Baracche;
  • vico Lungo Teatro Nuovo;
  • vico Figurelle a Monte Calvario;
  • vico Due Porte a Toledo.

Cosa prevede l’ordinanza

In particolare, dal 23 dicembre 2021 e fino all’1 gennaio 2022 le autorità competenti possono disporre la chiusura di queste strade, in caso di assembramenti pericolosi, per un determinato periodo di tempo, ovviamente si potrà comunque accedere alle abitazioni private.

Il 24 e 31 dicembre 2021 ci sarà il divieto per i bar e gli esercizi di ristorazione di vendere bevande in contenitori di vetro, che siano bottiglie o bicchieri, plastica rigida, lattine, tetrapak e qualsiasi altro materiale rigido. L’ordinanza è valida anche al banco e ai tavoli all’aperto e la commercializzazione è valida solo in bicchieri di plastica leggera o carta. Per chi non rispetta le regole ci saranno sanzioni dai 25 ai 500 euro.

L’ordinanza della Regione Campania

Ricordiamo inoltre, che anche il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha emanato una serie di divieti per evitare la trasmissione del virus in vista delle festività. Infatti, dal 23 dicembre all’1 gennaio 2022 sarà vietato consumare in strada qualsiasi tipo di alimento, ammessa soltanto l’acqua.

Questa ordinanza va quindi a bloccare la “tradizione” di bere e brindare in strada. Inoltre, sono vietati gli eventi pubblici, obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto e nei giorni 23, 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio 2022 dalle ore 11:00 alle ore 05:00 ci sarà il divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche e non alcoliche ad eccezione dell’acqua.

Cerchi qualcosa in particolare?

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram