Le opere di Caravaggio a Napoli: ecco fino a quando ammirarle

Sette opere di misericordia

Michelangelo Merisi, conosciuto come Caravaggio, è stato uno dei più grandi pittori della storia dell’arte italiana, è infatti considerato uno dei più importanti rappresentanti dell’arte occidentale e precursore del del barocco.

Nel corso della sua carriera artistica, Caravaggio ha trascorso parte delle sua vita a Napoli, in particolare nel 1606 in cui rimase per un anno nei Quartieri Spagnoli e ritornò poi nel 1609 rimanendo in città fino al 1610, nell’ultimo periodo della sua attività.

A Napoli l’artista ha realizzato diverse opere, tre di queste sono fisse in città, mentre una quarta sarà visitabile per un periodo limitato. Vediamo insieme di quali si tratta.

Le opere da ammirare

Il Martirio di Sant’Orsola

Il Martirio di Sant’Orsola fu realizzato da Caravaggio nel 1610 e si tratta dell’ultimo dipinto dell’artista prima di morire. L’opera è attualmente conservata presso le Gallerie d’Italia di Palazzo Piacentini in via Toledo a Napoli, sede del Banco di Napoli.

Fu commissionata dal banchiere Marcantonio Doria e fu scelta Sant’Orsola perché questa era la protettrice della famiglia. Il dipinto fu completato in pochissimo tempo perché Caravaggio era in procinto di partire per Porto Ercole, luogo in cui poi morì.

La Flagellazione di Cristo

La Flagellazione di Cristo è un’altra opera famosa di Caravaggio, fu composta tra il 1606 e il 1607. Questo quadro fu commissionato da Tommaso De Franchis per esporla nella cappella di famiglia nel cortile della Chiesa di San Domenico Maggiore a Napoli.

L’opera è normalmente conservata nel Museo Nazionale di Capodimonte ma fino al 31 Maggio 2024 si avrà la possibilità di ammirarla presso il Museo Donnaregina di Napoli.

Sky Arte

Le sette opere di Misericordia

Le sette opere di Misericordia è una bellissima opera composta da Caravaggio tra il 1606 e il 1607 ed è attualmente conservato presso il Pio Monte della Misericordia di Napoli.

Questa è la prima opera realizzata dall’artista appena giunto a Napoli commissionata dalla Congregazione del Pio Monte della Misericordia per volere di Luigi Carafa-Colonna. Si tratta di un’opera dal grande impatto emotivo in cui vengono rappresentate tutte le sette le opere di misericordia corporali, proiettate in un ipotetico scenario cittadino partenopeo.

La presa di Cristo

La presa di Cristo è un dipinto di Caravaggio risalente al 1602 che trae spunto dal racconto della Passione di Cristo. L’opera sarà visitabile fino al 16 Giugno 2024 presso la Fondazione Banco di Napoli in Via dei Tribunali. La scena rappresentata è il momento dell’arresto di Gesù nel Giardino degli Ulivi.

Tutte le informazioni riguardo le visite sono consultabili ai siti ufficiali dei Musei presenti nel testo dell’articolo.

Seguici su Telegram
Scritto da Serena De Luca
Fonte immagine: MilanoGuida
Potrebbero interessarti