La mostra Ocean&Climate Village arriva a Napoli dopo il successo di Milano

ocean-village

Ocean&Climate Village approda anche a Napoli. Si tratta di una mostra interattiva ed educativa dedicata alla relazione tra oceano e clima, giunta ormai alla sua terza tappa dopo i successi di Milano e Venezia.

L’appuntamento nella nostra città è previsto dal 6 al 12 marzo, a ingresso gratuito, presso la Sala Italia di Castel dell’Ovo.

Ocean&Climate Village, scoprire gli abissi

L’esperienza multisensoriale e formativa di Ocean&Climate Village permette ai visitatori di immergersi concretamente in un emozionante viaggio negli abissi, per conoscere l’importanza dell’oceano per il nostro pianeta e il nostro futuro.

La mostra offre pannelli interattivi, visite, libere o guidate, laboratori didattici, dibattiti ed incontri con esperti, giornalisti e scienziati. Il tutto snodato attraverso otto zone tematiche che approfondiscono gli ambiti legati al clima e all’oceano. I visitatori potranno inoltre ammirare gli scatti di Enzo Barracco e Giovanni Pellegrini e i campioni e strumenti di ricerca del CNR-Ismar.

Le 8 aree della mostra nello specifico

  • Pianeta Oceano: il ruolo dell’oceano nella mitigazione del clima e la connessione tra oceano e società.
  • Un clima che cambia: scenari passati e futuri del clima sulla Terra e le cause del cambiamento climatico.
  • Immergersi nel profondo blu: un viaggio nei quartieri del Mediterraneo per conoscere gli habitat marini e il problema delle specie aliene, con un focus sulla gestione del mare.
  • Oceano, un grande supermercato?: la dieta mediterranea, la sovrapesca e il futuro della pesca, con un approfondimento sulla presenza delle meduse.
  • Un valore non quantificabile: l’innalzamento del livello del mare e la sua conseguenza sui patrimoni culturali, in particolare del Mediterraneo e delle coste italiane.
  • Le ferite dell’oceano: le fonti di stress per l’oceano come l’acidificazione, il riscaldamento, la presenza di plastica e la deossigenazione, con una Call to Action per la cura dell’oceano.
  • Area Style Piccoli – Generazione Oceano: contenuti dedicati ai bambini e alle loro domande sulla mostra e sulla sostenibilità.
  • Call to Action al Decennio del Mare: la zona dedicata ai progetti del Decennio del Mare, con pannelli che raccontano il manifesto e i progetti dei partner.

Il percorso sensoriale, disponibile solo a Napoli

Un’importante novità presente a Napoli è “Feel the Change”, un percorso sensoriale che unisce il mondo fisico e digitale per avvicinare anche le persone non vedenti e ipovedenti alla scoperta dell’impatto della crisi climatica su diversi ecosistemi e organismi marini.

Il pubblico potrà toccare le riproduzioni in 3D delle specie marine, il tutto accompagnato da audio che offre una spiegazione approfondita delle caratteristiche principali della specie e dell’ambiente in cui vive, nonché le ragioni che ne determinano il danneggiamento o scomparsa.

Installazione digitale del designer Federico Girotto

Un’installazione digitale e interattiva, UpSea Down, è un altro punto di forza della mostra. Questa è stata realizzata a scopo didattico e divulgativo dal digital designer Federico Girotto, in collaborazione con l’art developer Davide Santini e l’oceanografa Valentina Lovat.

UpSea Down spiega il fenomeno dell’espansione del volume dell’oceano dovuto al riscaldamento globale, offrendo ai visitatori un’esperienza sonora, tattile e visiva. I visitatori possono viaggiare nel tempo dal 1940 al 2100 e sperimentare in prima persona l’aumento del livello del mare causato dal riscaldamento globale.

Disponibile anche una versione online

La mostra non è solo un evento dal vivo, ma è anche accessibile online. Grazie alla piattaforma del Decennio del Mare, è possibile visitare “virtualmente” l’Ocean&Climate Village da qualsiasi parte del mondo. Attraverso il sito dedicato, i visitatori possono esplorare le diverse aree della mostra e ascoltare gli approfondimenti e i racconti di esperti, illustratori e scienziati.

Il programma completo

La mostra Ocean&Climate Village, giunta a Napoli dopo il successo di Milano e Venezia, offre un programma ricco ed educativo per tutti i visitatori. Il programma è disponibile online.

Seguici su Telegram
Scritto da Andrea Navarro
Parliamo di: ,
Potrebbero interessarti