Ignazio La Russa: famiglia, carriera nella politica, quanto guadagna e vita privata del capo del Senato 2022

Pubblicato 
sabato, 15/10/2022
Di
Manuela Bortolotto
Primo piano di Ignazio La Russa

Ignazio La Russa è un politico italiano attivo già dal 1992 e divenuto il Presidente del Senato della Repubblica nell’ottobre del 2022.
Da sempre attivo nelle attività politiche, Ignazio La Russa ha avuto una grossa influenza nella storia politica del nostro Paese.

Conosciamolo meglio.

Origini di Ignazio La Russa

Ignazio La Russa nasce nel 1947, più precisamente il 18 luglio a Paternò.
Di origini catanesi dunque vive e cresce in mezzo alla politica grazie al lavoro del papà e si appassiona tanto da scegliere percorsi di studi inerenti alla materia.

Una famiglia impegnata nella politica

Come abbiamo appena detto, Ignazio La Russa cresce con la politica in casa. Suo papà, Antonino La Russa, è stato uno dei segretari politici all’interno del Partito Nazionale Fascista della città di Paternò e correvano gli anni Quaranta.
Subito dopo la guerra ha ricoperto il ruolo di Senatore del Movimento Sociale Italiano.

Anche il fratello ha abbracciato la politica molto presto.
Romano La Russa è stato un Europarlamentare di Alleanza Nazionale ed è un Assessore della Protezione Civile della Lombardia.

L’ultimo fratello, Vincenzo La Russa è stato un Parlamentare e Avvocato della Democrazia Cristiana.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ignazio La Russa (@ignazio.larussa)

Studi e titoli

Ignazio La Russa si appassiona alla politica sin da ragazzino e sceglie infatti di studiare presso un collegio sito in Svizzera per poi proseguire all’Università di Pavia laureandosi in Giurisprudenza.

All’età del militare presta servizio nelle vesti di Ufficiale di Complemento e prima di lavorare in politica esercita per un periodo la carriera da avvocato. Lo ricordiamo per essere stato il difensore del processo che ha riguardato l’omicidio di Sergio Ramelli avvenuto a Milano.

Attività politica

Ignazio La Russa ha dedicato e sta dedicando la sua vita alla politica e ha fatto un percorso incredibile. Molti sono stati i contributi che lo hanno portato a vincere in diverse elezioni. Entriamo più nel dettaglio.

Dal Movimento Sociale Italiano al Presidente del Senato

Nel 1971 Ignazio La Russa viene nominato come responsabile del Fronte della Gioventù e si trattava di un’organizzazione del Movimento Sociale Italiano. Nel 1973 si trovò al centro di un brutto avvenimento. Infatti, quando era a capo dell’organizzazione appena citata, ci fu a Milano una manifestazione in cui alcuni esponenti lanciarono delle bombe durante il comizio.

In questa occasione perse la vita anche un poliziotto, Antonio Marino, e La Russa venne ritenuto il responsabile morale di tale gesto. Nel 1985 venne eletto alle Elezioni regionali della Lombardia per poi essere riconfermato nel 1990. Dal’89 al ’94 è il Consigliere comunale della città di San Donato Milanese.

Nel 1992 si si candida sia per la Camera dei Deputati che al Senato della Repubblica e in cui venne votato per entrambe le situazioni. La Russa però sceglie di impiegarsi alla Camera. Viene riconfermato alle elezioni del 1994 per poi venire eletto Vicepresidente della Camera. Nel 2004 si candida per il collegio di Busto Garolfo come consigliere, ma non viene eletto.

Dal 2006 al 2008 ricopre il ruolo di deputato nella Circoscrizione di Milano, ma questa volta entrando nelle liste della fazione del Popolo delle Libertà. Il 2008 è stato un anno importante per La Russa perché viene nominato Ministro della Difesa del governo appena eletto, quello di Berlusconi IV.

Nel 2012 fa una comunicazione importante. Annuncia infatti l’uscita dal Popolo delle Libertà per fondare, solo tre giorni dopo, il partito Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni e Guido Crosetto. Arriviamo alle elezioni del 2022, in cui Ignazio La Russa viene nominato Presidente del Senato accumulando ben 116 voti (ne bastavano 104 con maggioranza assoluta).

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ignazio La Russa (@ignazio.larussa)

Quanto guadagna Ignazio La Russa

Ignazio La Russa, dal 1992 al 2018, è stato per ben sette legislature consecutive un deputato. Nelle vesti di senatore percepisce un’indennità lorda mensile pari a 11.500 euro. A questa cifra si aggiunge una diaria di circa 3.500 euro e un rimborso spese che si aggira intorno al 4.100 euro più circa 1.600 euro per rimborsi di trasporti e telefonici.

Il calcolo è molto semplice, ma stando a quanto è emerso Ignazio La Russa guadagnerebbe circa 20.700 euro al mese (includendo i rimborsi spese).

Ideali di Ignazio La Russa e critiche

Non appena è stato eletto come Presidente del Senato, Ignazio La Russa ha dovuto tenere un discorso. La prima cosa che ha fatto è ringraziare tutti coloro che lo hanno votato, chi non lo ha fatto e chi si è astenuto. Ha inoltre rimarcato il fatto di non aver preparato alcun discorso. Ha iniziato con il dire che in questa legislatura si parlerà molto di riforme. Ciò che desidera fare è dare maggior peso alla prima parte della Costituzione italiana che pone al centro il popolo e le sue volontà.

Desidera combattere maggiormente contro la violenza sulle donne e sui minori definito da lui stesso “lo squallore della società”. Inoltre, ciò a cui tiene particolarmente è valorizzare il senso di comunità. Una comunità che deve sperare e che deve aver voglia ancora di lottare.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ignazio La Russa (@ignazio.larussa)

Le critiche sull’estremismo di destra e il fascismo

La natura fortemente di destra di La Russa l’ha esposto più volte nel corso degli anni, con anche accese critiche alla vicinanza ai movimenti neofascisti.

Dal saluto a braccio teso alle dichiarazioni contro gli antifascisti, La Russa è sempre stato molto esplicito: lui non è un antifascista.

A confermarlo è lo stesso La Russa a La7, in un video che trovate qui.

Vita Privata

Ignazio La Russa è un personaggio politico da moltissimi anni, ma se la sua carriera è conosciuta da tutti, non possiamo dire la stessa cosa sulla vita privata. E’ infatti un uomo molto riservato in tale senso.

Matrimonio con Laura De Cicco e la nascita dei tre figli: Geronimo, Lorenzo Kocis e Leonardo Apeche

Ignazio La Russa è sposato da diversi anni con Laura De Cicco di cui non conosciamo nulla perché si tiene ben lontana da questo mondo. Con lei ha avuto due figli: Lorenzo e Leonardo. Geronimo invece è nato da una precedente relazione che La Russa ha avuto con Marika Cattare.

Curiosità su Ignazio La Russa

Quanto abbiamo appena detto è quanto sappiamo del nuovo Presidente del Senato Ignazio La Russa, ma di seguito vogliamo svelare qualche curiosità su di lui.

  • Ignazio La Russa all’anagrafe è registrato come Ignazio Benito Maria La Russa.
  • I due figli avuti con l’attuale moglie hanno il secondo nome che rievocano dei capi di tribù americane.
  • Ha prestato la sua voce per doppiare un personaggio del cartone animato I Simpson.
  • ha partecipato alla pellicola Sbatti il mostro in prima pagina.

Profili social di Ignazio La Russa

Di seguito riportiamo i link dei canali social di Ignazio La Russa dai quali poterlo seguire.

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram