HomeCronacaGuida Michelin, in Campania aumentano i ristoranti stellati

Guida Michelin, in Campania aumentano i ristoranti stellati

Tavolo di ristorante apparecchiato

Guida Michelin: la Campania si aggiudica il terzo posto in Italia con ben 44 ristoranti premiati, ecco quali sono!

Anche quest’anno è stata pubblicata la nuova edizione della Guida Michelin Italia, si tratta della guida che ormai da sessantasei anni giudica i migliori ristoranti presenti sul territorio Nazionale, assegnando loro le tipiche stelle oro. 

Tredici sono state le regioni Italiane premiate e ci sono ottime notizie per la regione Campania che si aggiudica il terzo posto, dopo la Lombardia al primo e il Piemonte al secondo. Tra le novità di questa nuova edizione anche l’assegnazione di una speciale stella verde che viene assegnata agli Chef che promuovono una cucina sostenibile.

Guida Michelin: la Campania al terzo posto

La Campania sale così sul podio al terzo posto con 44 ristoranti premiati, di questi, sei con due stelle e trentotto con una stella Michelin. In particolare Napoli risulta essere la città della regione Campania con più ristoranti con una stella, ovvero 28.

Potrete trovare i ristoranti premiati italiani nell’edizione cartacea della Guida 2021 disponibile in tutte le librerie oppure gratuitamente sull’App Michelin ristoranti. 

I ristoranti premiati in Campania

Ecco la lista dei ristoranti in Campania premiati dalla Guida Michelin 2021:

Ristoranti con due stelle: 

  • Anacapri: L’Olivo
  • Brusciano: Taverna Estia
  • Ischia: Dani Maison
  • Massa Lubrense, Marina del Cantone: Quattro Passi
  • Vico Equense, Marina Equa: Torre del Saracino
  • Sant’Agata sui Due Golfi: Don Alfonso 1890 (di cui una è la stella verde)

Ristoranti con una stella: 

  • Amalfi: Glicine
  • Amalfi: La Caravella dal 1959
  • Bacoli: Caracol
  • Capaccio: Osteria Arbustico
  • Capri: Le Monzù
  • Capri: Mammà
  • Caserta: Le Colonne
  • Castellammare di Stabia: Piazzetta Milù
  • Conca dei Marini: Il Refettorio
  • Eboli: Il Papavero
  • Ischia: La Tuga
  • Ischia, Lacco Ameno: Indaco
  • Maiori: Il Faro di Capo d’Orso
  • Massa Lubrense, Marina del Cantone: Taverna del Capitano
  • Massa Lubrense: Relais Blu N
  • Napoli: George Restaurant
  • Napoli: Il Comandante
  • Napoli: Palazzo Petrucci
  • Napoli: Veritas
  • Nola: Re Santi e Leoni N
  • Paestum: Le Trabe
  • Pompei: President
  • Positano: La Serra
  • Positano: Zass
  • Quarto: Sud
  • Ravello: Il Flauto di Pan
  • Ravello: Rossellinis
  • Salerno: Re Maurì
  • Sant’Agnello: Don Geppi
  • Sorrento: Il Buco
  • Sorrento: Lorelei N
  • Sorrento: Terrazza Bosquet
  • Telese: Krèsios
  • Telese: La Locanda del Borgo
  • Torre del Greco, Josè Restaurant Tenuta Villa Guerra
  • Vallesaccarda: Oasis-Sapori Antichi
  • Vico Equense: Antica Osteria Nonna Rosa
  • Vico Equense: Maxi

 

 

Vota questo post
[Voti: 1   Media: 5/5]


banner di collegamento a Napolike Turismo