Chi è Mario Rui: biografia, carriera e cifre del difensore del Napoli

Pubblicato 
venerdì, 16/12/2022
Di
Vincenzo Napolitano
Mario Rui, calciatore SSC Napoli, si appresta a battere una rimessa laterale

Mario Rui è un calciatore portoghese di ruolo difensore arrivato a Napoli nel 2017. Nel tempo è riuscito a guadagnarsi un ruolo da prima scelta in campo.

Di seguito tutto ciò che c’è da sapere sulla vita e la carriera di Mario Rui.

La biografia di Mario Rui

Mario Rui Silva Duarte nasce a Sines, piccola cittadina sulla costa sud occidentale del Portogallo, il 27 maggio 1991. Sin da giovanissimo si trasferisce a Lisbona, per poter militare nello giovanili dello Sporting Lisbona.

La carriera di Mario Rui

L’inizio ufficiale della carriera sportiva di Mario Rui combacia con il suo ingresso nelle giovanili dello Sporting Lisbona, dove militerà dal 2001 al 2008. Nel 2008, si trasferirà nelle giovanili del Valencia e poi, nel 2009, tornerà in Portogallo nelle giovanili del Benfica.

La prima esperienza tra i professionisti la fa il 2010. Quell’anno, infatti, debutta nel Fatima, squadra che milita nelle divisioni minori del campionato portoghese. Nel Fatima totalizza 25 presenze e 1 goal.

Nel 2011, Mario Rui sbarca in Italia in prestito al Gubbio. Qui fa il suo debutto in Serie B e totalizza 31 presenze e 3 goal. Il 2013 lo passa ancora in Serie B, questa volta in prestito allo Spezia, squadra con la quale porta a casa 23 presenze.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da SSC Napoli (@officialsscnapoli)

Il salto di qualità avviene nella stagione 2013. Quell’anno, Mario Rui passa all’Empoli, che lo acquista in compartecipazione con il Parma. L’anno dopo, il cartellino passa totalmente all’Empoli. Con i toscani, Mario Rui debutta in serie A il 31 agosto 2014 e colleziona 96 presenze in campionato.

Nel 2016 passa alla Roma con la formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto. In totale, il suo trasferimento viene a costare 11,5 milioni di euro ai capitolini. A causa di un infortunio e alla forte concorrenza di Emerson Palmieri, alla Roma totalizza solo 5 presenze in campionato.

Nel 2017, arriva la chiamata del Napoli. I partenopei lo acquistano con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Nel Napoli, nonostante una partenza a rilento, dimostra tutte le sue qualità e si impone come titolare sulla sinistra in difesa. Col Napoli vince il suo primo trofeo per club, la Coppa Italia 2019-2020.

Dal 2018 fa parte dei convocati del Portogallo, squadra con la quale ha vinto la UEFA Nations League 2018-2019.

Ruolo e caratteristiche tecniche di Osimhen

Il ruolo naturale di Mario Rui è quello di terzino sinistro. Altro 168 cm e pesante circa 70 kg, risulta agile e in grado di garantire un’ottima fase difensiva, oltre ad essere in grado di costruire ottime occasioni anche per la fase offensiva.

Atleticamente prestante, in difesa è un motorino instancabile.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Renata Gonçalves | Health Coach (@renatagoncalves.pt)

Quanto guadagna Mario Rui al Napoli

Il contratto che lega Mario Rui al Napoli scadrà nel 2025 e prevede un ingaggio di 2,1 milioni netti a stagione. Non sono note le cifre per la cessione dei diritti d’immagine.

La famiglia di Mario Rui

Mario Rui è sposato con la personal trainer e fitness influencer Renata Goncalves. I due hanno 3 figli.

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram