HomeViabilitàBlocchi circolazioneBlocco del traffico a Napoli da ottobre 2019 a marzo 2020: giorni, orari e deroghe

Blocco del traffico a Napoli da ottobre 2019 a marzo 2020: giorni, orari e deroghe

Traffico a Napoli

Da ottobre 2019 a marzo 2020 entra in vigore il divieto di circolazione a Napoli con blocco del traffico tre giorni a settimana. Ecco giorni, orari e deroghe.

Ritorna il blocco del traffico che comprende tutto il territorio di Napoli nei mesi che vanno da ottobre 2019 a marzo 2020, nelle giornate alterne. Infatti, ogni lunedì, mercoledì e venerdì, dal 2 ottobre al 31 marzo, non si potrà circolare dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30.

Il divieto di circolazione non è valido per i tratti di autostrada e tangenziale che ricadono nel territorio della città. Nello specifico: tangenziale, A3 Napoli-Salerno, raccordo A1 Napoli-Roma, strada regionale ex SS n. 162 – raccordo viale Fulco di Calabria. Inoltre, non si applica nelle giornate festive e prefestive.

Questo provvedimento viene adottato ogni anno per affrontare il problema dell’inquinamento cittadini e cercare di ridurlo per migliorare la qualità dell’aria.

Le deroghe al divieto di circolazione

Nonostante il divieto, sono ammessi a circolare:

a) gli autoveicoli che trasportano diversamente abili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta con tesserino
b) i veicoli elettrici ad emissione nulla;
c) i ciclomotori e motoveicoli a 4 tempi e quelli a 2 tempi omologati ai sensi della Direttiva 97/24CE fase Il, cap. 5 (detti euro 2) e successive;
e) quelli a GPL o a metano;
f) le auto Euro 4 e successive anche se trasportano merci;
g) le auto con almeno tre persone a bordo (car-pooling) escluse le euro 0 e le euro 1;
h) i veicoli dei titolari di attestato di certificazione energetica
i) le Forze dell’Ordine, della Protezione Civile, del servizio autonomo Polizia locale del Comune di Napoli, militari, i veicoli di servizio dell’amministrazione della Giustiziae le auto che trasportano Ministri di culto che devono officiare riti religiosi;
l) i veicoli di  Enti pubblici, società ed aziende erogatrici di pubblici servizi e quelli in chiamata di emergenza o che debbano trasportare materiale e/o personale che debba eseguire lavori ed opere urgenti e di pubblica utilità;
m) gli autoveicoli, i motoveicoli ed i ciclomotori medici in visita domiciliare per chiamate d’urgenza e le auto con operatori del settore informazione giornalistica e radiotelevisiva, fotografi professionisti;
n) le auto con portatori di malattie gravi che hanno bisogno di trattamenti terapeutici sistematici e periodici, limitati nel tempo, con certificazione sanitaria
o) gli autoveicoli, i motoveicoli ed i ciclomotori che trasportano gas terapeutici o medicinali;
p) gli autoveicoli ed i bus delle aziende di trasporto pubblico, i taxi ed i bus turistici;
q) quelli noleggio purché di portata inferiore a 3,5 tonnellate e quelli delle scuole guida per le esercitazioni e gli esami
r) auto con cittadini residenti in Regioni diverse dalla Campania;
s) auto, purché di portata inferiore a 3,5 tonnellate, medicinali e/o materiale sanitario urgenti e che trasportano valori;
t) auto dei Consoli di carriera con targa speciale “CC” e quelle dei Consoli onorari;
u) auto di chi partecipa a cerimonie religiose o civili (battesimi, matrimoni, funerali) previste nei giorni del blocco.

Per maggiori informazioni, consultare il sito del Comune di Napoli.

Vota questo post
[Voti: 3    Media Voto: 2.7/5]
banner di collegamento a Napolike Turismo