Aumenti dei biglietti a Napoli dal 1° Settembre 2023, ANM ed EAV

metropolitana linea 1

Con l’imminente rinnovo delle tariffe dei trasporti pubblici, i pendolari e i cittadini in generale dovranno adattarsi a un aumento dei costi. L’annuncio è stato ufficializzato dal Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

È importante notare che questi cambiamenti saranno attivi a partire dal primo settembre 2023, presentando una nuova sfida economica per chi utilizza i servizi di trasporto pubblico.

Con l’approvazione delle nuove tariffe dei trasporti pubblici, i viaggiatori dovranno fare i conti con un aumento dei costi, a dichiararlo è il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.
Ma quali sono i dettagli di questi cambiamenti?

I nuovi prezzi dei biglietti ANM di BUS, Metro e funicolari

I biglietti Anm, utilizzati per viaggiare su bus, metro Linea 1 e funicolari, subiranno un aumento.

Ecco i nuovi profili tariffari:

AmbitoDescrizioneAziendale ANMIntegrato
Urbano NapoliCorsa singola liv. 11,30€
Corsa singola liv. 2 *1,50€
Orario (90 minuti)1,80€
Giornaliero4,50€5,40€
Sette giorni12,50€16,00€
Mensile35,00€42,00€
Annuale Ordinario235,20€294,00€
Extraurbano NA1Corsa singola1,80€
Orario (100 minuti)2,60€
Mensile37,50€50,00€
Annuale Ordinario262,50350,00
Extraurbano NA2Corsa singola2,60€
Orario (120 minuti)3,10€
Mensile46,00€57,50€
Annuale Ordinario368,00€460,00€
Extraurbano AC1Corsa singola1,50€
Orario (60 minuti)2,00€
Mensile30,00€40,00€
Annuale Ordinario210,00€280,00€

I nuovi prezzi di Cumana, Circumvesuviana, Funivia del Faito (EAV) e Metro Linea 2 (Trenitalia)

Anche i viaggiatori che utilizzano le linee Eav, come Cumana e Circumvesuviana, dovranno prepararsi a un aumento dei costi.

Ecco i dettagli:

Tipo di bigliettoPrezzo attualePrezzo dal 2023
Biglietto integrato
giornaliero
5.10€5,40€
Biglietto Na54,20 euro4,60 euro
Titolo di viaggio Sa1 (bus a Salerno)1,20 euro1,30 euro
Biglietto Funivia del Faito (corsa singola)5,50 euro6,50 euro
Biglietto Funivia del Faito (andata e ritorno)8,00 euro9,50 euro

I nuovi prezzi giornalieri delle tratte urbane della Campania

Fascia/TitoloCorsa sempliceOrario
UrbanoNA GIORNALIERO4,50 euro5,40 euro
UrbanoSA GIORNALIERO4,20 euro4,80 euro
UrbanoCE GIORNALIERO3,90 euro4,50 euro
UrbanoAV GIORNALIERO3,90 euro4,50 euro
UrbanoBN GIORNALIERO3,90 euro4,50 euro
UrbanoAC GIORNALIERO3,90 euro

I nuovi prezzi sui trasporti nelle isole

L’inflazione sta influenzando anche i costi dei trasporti sulle isole.
Ecco i nuovi prezzi:

Tipo bigliettoTariffaISCHIAPROCIDACAPRI
Corsa singola Aziendale1,70 euro1,70 euro2,40 euro
Orario Aziendale5,10 euro5,10 euro7,20 euro
Giornaliero Integrato

Tariffe per i servizi ferroviari sovraregionali a fascia chilometrica

Anche le tariffe per i servizi ferroviari sovraregionali a fascia chilometrica subiranno un aumento. Ecco i dettagli:

Fascia kmadeguamento tariffario Corsa semplice
1-101,50 euro
11-202,00 euro
21-302,70 euro
31-403,60 euro
41-504,10 euro
51-604,60 euro
61-705,10 euro
71-806,00 euro
81-906,50 euro
91-1007,10 euro
101-1258,80 euro
126-15010,40 euro
151-17511,90 euro
176-20013,90 euro
201-22515,50 euro
226-25017,40 euro

I biglietti vecchi si potranno usare?

Come già capitato negli scorsi anni, i vecchi tagliandi di trasporto rimarranno validi fino ad esaurimento delle scorte, pertanto nessun biglietto sarà annullato e potrete proseguire nell’uso normalmente.

Ma attenzione a non “fare scorta”, è una pratica che in passato ha portato a forti controversie.

I motivi degli aumenti

L’estate del 2023 sarà un periodo di cambiamenti per i trasporti pubblici a Napoli. Mentre gli aumenti delle tariffe possono sembrare sgradevoli, è importante ricordare che al momento non sono stati comunicati aumenti per gli abbonamenti mensili e annuali.

Quindi, se viaggi spesso, potrebbe essere il momento di considerare un abbonamento.

L’aumento delle tariffe dei trasporti pubblici a Napoli non è un evento casuale, ma è strettamente legato all’andamento inflattivo. La Regione Campania, nel suo decreto regionale, ha tenuto conto dell’inflazione registrata nel periodo tra febbraio 2022 e marzo 2023.

Durante questo periodo, l’indice FOI, infatti, ha registrato un aumento del +8,5%. Questo dato, insieme alla necessità di semplificare la gestione aziendale delle vendite, ha portato alla decisione di adeguare le tariffe dei trasporti.

Questo aumento non è stato deciso alla leggera.
Prima di adottare i nuovi prezzi, è stato consultato il Comitato di indirizzo e monitoraggio TPL. Inoltre, la proposta di adeguamento delle tariffe è stata condivisa con ACaMIR, tutte le aziende che forniscono servizi minimi di Trasporto Pubblico Locale, ovvero di:

  • Regione,
  • la Città metropolitana di Napoli,
  • le Province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno,
  • i Comuni capoluogo,
  • il Consorzio unico Campania.
Seguici su Telegram
Scritto da Gennaro Marchesi
Parliamo di: , , , , , , , ,
Potrebbero interessarti