L’Orto Botanico di Napoli

Mag 2015

Piante esotiche dell'Orto Botanico di Napoli

L’Orto Botanico

L’Orto Botanico di Napoli fu fondato sotto la dominazione francese, agli esordi del XIX secolo, con lo scopo di moltiplicare le spezie utili alla salute, all’agricoltura ed all’industria. In effetti, l’Orto ospitò sin dal principio una vastissima gamma di specie vegetali che giunsero ad essere ben 9.000 con il Direttore Michele Tenore e che oggi contano ben 25.000 esemplari distribuiti in un area di circa 12 ettari.

La struttura

Le specie visitabili nell’Orto sono suddivise sulla base di criteri ecologici, etnobotanici e tassonimici.

Nella struttura è possibile visitare:

  • il Castello
  • il Museo di Paleobotanica ed Etnobotanica
  • la seziona biologia vegetale
  • le cisme
  • l’agrumeto
  • l’arboreto
  • l’area delle Magnoliophyta
  • l’area delle Pinophyta
  • le bulbose, tuberose e rizomatose
  • il deserto
  • il filiceto
  • la macchia mediterranea
  • il palmeto
  • le piante epifite
  • la roccaglia
  • la torbiera
  • il vivaio
  • le serre Califano
  • la serra Merola
  • le serre di riproduzione e moltiplicazione
  • la sezione sperimentale delle piante officinali
  • l’area delle piante citate nella Bibbia
  • l’area per non vedenti
  • la serra tropicale – Mangrovieto

Informazioni sull’Orto botanico

Orari di apertura:

  • Aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 14:00
  • È necessaria la prenotazione telefonica
  • Per aperture eccezionali consultare il sito ufficiale (indicato nei contatti)
  • Nelle domeniche del Maggio dei Monumenti non è necessaria la prenotazione

Prezzo biglietti:

  • Gratuito

Contatti:

    • Tel: 0812533937, per visite di associazioni culturali 081-2533927, 081-25333925, 081-2533934
    • E-mail: robnap@unina.it
    • Sito ufficiale dell’Orto Botanico di Napoli

Come arrivare:

  • Indirizzo: Via Foria 223 – 80139 Napoli
  • Da piazza Garibaldi: Linea metro L2, stazione Cavour, poi 800 mt a piedi in direzione piazza Carlo III, oppure autobus 201 o C47, o ancora 203 o 254 Linea Atan