La Chiesa di San Domenico Maggiore a Napoli

Giu 2015

Interno della Chiesa di San Domenico Maggiore a Napoli

La chiesa

La monumentale chiesa, sita nella piazza omonima, fu realizzata tra il 1283 ed il 1324 per volontà di Carlo III d’Angiò, incorporando una preesistente chiesa del X secolo a.C. Il più importante rifacimento risale a quello operato dal Vaccaro che rivisitò le originali forme gotiche della chiesa, trasformandole in barocche.
I dipinti di grandi artisti si stagliano sulle pareti dei suoi ambienti. Tra le tele troviamo opere del Cavallini, del Solimena, del De Vivo e le sculture del Fanzago.

Il convento

Del convento di San Domenico Maggiore è possibile visitare:

  • il grande refettorio
  • il piccolo refettorio
  • la sala del Capitolo
  • la sala della Biblioteca
  • il corridoio e la cella di San Tommaso

Informazioni sul complesso di San Domenico maggiore

Orari di apertura

  • Dal lunedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 19.00
  • L’orario di visita alle mostre allestite nel convento è variabile (orientativamente 11.00-19.00)

Prezzo biglietti

  • L’accesso alla chiesa è gratuito
  • Il prezzo dei biglietti per l’ingresso al convento varia sulla base delle esposizioni

Contatti

Come arrivare:

  • Indirizzo: Vicolo San Domenico Maggiore, 18
  • Da piazza Garibaldi: Metro L1, stazione Università, oppure Bus R2, o ancora Metro L2, stazione Cavour

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi