HomeCulturaLa Cappella dei Bianchi della Giustizia a Napoli apre per la prima volta con visite guidate

La Cappella dei Bianchi della Giustizia a Napoli apre per la prima volta con visite guidate

La Cappella dei Bianchi della Giustizia a Napoli

Un autentico gioiello in pieno centro storico a Napoli, apre per la prima volta al pubblico la Cappella dei Bianchi della Giustizia!

Il 15 luglio 2017 ha aperto per la prima volta al pubblico la bellissima “Cappella dei Giustiziati” a Napoli, nel tempio di Santa Maria Succurre Miseris.

Per la precisione, si tratta della Cappella della Confraternita dei Bianchi della Giustizia che farà una nuova apertura anche il 22 luglio, mentre nuove date partiranno da settembre. Si trova nel famoso complesso di Santa Maria del Popolo degli Incurabili, dove c’è anche la celebre Farmacia degli Incurabili e inizialmente sarà aperta solo per due giorni al mese grazie ai responsabili della Curia, del Museo delle Arti sanitarie di Napoli e dell’associazione culturale “Il Faro di Ippocrate”.

La Cappella dei Bianchi della Giustizia

La Cappella cinquecentesca deve il suo nome all’attività che vi si è svolta negli ultimi secoli, l’assistenza ai condannati a morte. Attività che svolgevano i membri della Congregazione della Compagnia dei Bianchi e, anonimi ed incappucciati, accompagnando i condannati al patibolo ed inserendo nei documenti le loro ultime volontà ed ogni altro evento importante.

Grazie all’apertura si potranno visionare documenti mai visti prima, ma anche luoghi mai visitati dal pubblico. In passato, infatti, solo la chiesa veniva aperta e solo in occasioni come Pasqua e l’Assunzione o il 2 novembre quando si svolgeva la Processione delle Ossa, un funerale simbolico per i condannati.

La Congregazione della Compagnia dei Bianchi della Giustizia

La Congregazione che gestiva la Cappella dei Giustiziati era ammantata dal segreto e non si poteva conoscere nessuna informazione sul suo conto. Il mistero che aleggiava intimorì il Re Filippo II tanto che, temendo una congiura antispagnola, nel 1583 la sciolse. Ma la Congregazione era talmente potente che ben presto si ricostituì, ma vi potevano far parte solo gli ecclesiastici.

Le visite nella Cappella dei Bianchi

Grazie a questa riapertura si potranno, quindi, vedere documenti inediti, ma anche opere d’arte realizzate da grandi artisti barocchi come Giovanni Balducci, Giovan Battista Benaschi, Giovanni da Nola, Dioniso Lazzari, Lorenzo Vaccaro, Andrea Merliano, Camillo Spallucci e Paolo De Matteis. Tra le più importanti c’è La Scandalosa, una spaventosa ceroplastica che mostrava gli effetti della sifilide e serviva ad intimorire le ragazze a rischio prostituzione per fare tornare sulla retta via. Inoltre, le corde usate per le impiccagioni ed un teschio con il foro di un proiettile sulla fronte.

Informazioni sulla Cappella dei Giustiziati

Quando: prima apertura 15 luglio 2017, seconda apertura 22 luglio (altre date da settembre)

Dove: complesso di Santa Maria del Popolo degli Incurabili – Via Maria Longo, 50

Orari: 9:15, 10:15 e 11:15

Prezzo:

  • 8 euro per la Cappella dei Bianchi della Giustizia
  • 15 euro per l intero percorso con Farmacia degli Incurabili, Museo, Chiostri e Cappella dei Bianchi

Contatti e prenotazioni: info@ilfarodippocrate.it – 081440647