Sequestrato un altro lido a Miseno dopo i 9 di Varcaturo

Pubblicato 
martedì, 16/07/2013
Di
Nadia Napolitano

Miseno lido

Sotto sequestro un altro lido a Miseno, esattamente come era avvenuto per i 9 stabilimenti balneari di Varcaturo martedì scorso

Sequestrato un altro lido a Miseno, esattamente come era avvenuto per i 9 stabilimenti balneari di Varcaturo martedì scorso. Questa volta, però, almeno sulla carta, non si tratta di misure preventive adottate per la presenza di acque inquinate da batteri fecali.

La Guardia Costiera è intervenuta sull’arenile di Miseno per occupazione abusiva di spiaggia libera e mancato rispetto dei 5 metri di battigia da lasciare svincolati a norma di legge.

Ben 1200 mq di spazio pubblico è stato sgomberato nel weekend dagli uomini di Antonio Visone e Luigi Carputo, indebitamente occupato da un lido privato, poi posto sotto sequestro insieme a 95 lettini, 30 ombrelloni e 10 sdraio.

Finora l’intervento della Guardia Costiera contro gli abusi in area demaniale ha generato la bellezza di 107 verbali, causati principalmente dalle violazione delle varie ordinanze balneari vigenti, delle norme del Codice della Navigazione, e dal mancato rispetto delle norme sulla sicurezza marittima.

Tornate a trovarci per saperne di più.

, , ,

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
[ajax_posts]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram