Scoperti i resti di un antico coccodrillo nella Galleria Borbonica, potrebbe essere il mostro della leggenda

Pubblicato 
lunedì, 04/06/2018
Di
Laura Keys
Resti di coccodrillo ritrovati nella Galleria Borbonica

Il sottosuolo di Napoli regala nuove scoperte: ritrovati nella Galleria Borbonica i resti di un antico coccodrillo, forse il mostro della leggenda!

Il sottosuolo partenopeo, ricco di sorprese, continua a stupire: nella Galleria Borbonica sono infatti stati ritrovati i resti di un antico coccodrillo, riportati alla luce grazie all'impegno dei volontari. Come alcuni hanno suggerito, potrebbe trattarsi del mostro della leggenda del Maschio Angioino, che divorava i prigionieri rinchiusi nelle celle del castello.

Secondo la nota storia, ricostruita anche dal grande Benedetto Croce, il rettile sarebbe stato portato a Napoli dall'Egitto su ordine Regina Giovanna per sbarazzarsi dei suoi amanti, o da Ferrante d'Aragona per dargli in pasto dei baroni responsabili di una congiura nei confronti del re.

L'esame al carbonio 14, ad opera del Centro di ricerche isotopiche per i beni culturali e ambientali, ha datato le ossa tra il 1643 e il 1666. Dal lavoro di Raffaele Sardella e Dawid Adam Iurino, studiosi dell'Università La Sapienza di Roma, è risultato che i denti trovati appartengono a un coccodrillo del Nilo di oltre due metri di lunghezza, con una precisione nell'attribuzione della provenienza del 95 %.

Probabilmente i resti saranno visibili al pubblico: verranno esposti nella Galleria Borbonica o nel Maschio Angioino.

Cerchi qualcosa in particolare?

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram