Pubblicato 
lunedì, 18 Marzo 2013
Fabiana Bianchi

Pollena Trocchia: rinata Villa Romana sotto una discarica

, ,

Quello di Pollena Trocchia può essere preso ad esempio come uno dei casi in cui si può riuscire a riqualificare un'area ridotta a vera e propria discarica abusiva. Soprattutto se si parla di zone in cui si trova un sito archeologico di inestimabile valore.

I lavori per far risplendere quella che √® stata una vera rivelazione nascosta dai cumuli di rifiuti sono iniziati nel 2008. Parliamo della zona che ospita un'antica Villa Romana a Pollena Trocchia, precisamente in via Vasca Cozzolino. Per molti decenni il sito √® stato abbandonato e lasciato al degrado pi√Ļ assoluto finch√© non si √® trasformato in una discarica. Le persone riversavano l√¨ soprattutto vecchi elettrodomestici e pneumatici.

villa romana pollena trocchia

Eppure, da 5 anni a questa parte il luogo è stato costantemente bonificato: sembrerebbe proprio trattarsi di una domus romana del I secolo dopo Cristo e al momento, del sito, sopravvivono solo il complesso termale ed una cisterna d'acqua. Scoperte molto interessanti, però, riguardano 9 sepolture, tra cui quelle di 2 gemelli all'interno di un'anfora.

Il lavoro di recupero è stato possibile grazie all'amministrazione del comune e agli esperti di Apolline Project.
In pi√Ļ, entro aprile, il sito sar√† aperto al pubblico, sebbene sia visitabile dalle scolaresche gi√† da qualche anno.

Questi interventi di recupero così importanti sono valsi anche un premio al sindaco di Pollena Francesco Pinto e all'archeologo Girolamo De Simone: l'Heritage Prize.
Questa "scoperta" si colloca a pochi km di distanza dalla Villa presente in Somma Vesuviana, nota come villa di Ottaviano Augusto, anche se nel mondo archeologico sembra esser quasi certo che non sia appartenuta a lui.

Fonte foto: Repubblica.it

Cerchi qualcosa in particolare?
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram