Napoli, Scampia: esposto striscione contro Saviano

Pubblicato 
sabato, 12/01/2013
Di
Fabiana Bianchi

Continuano le polemiche dopo la lettera di critiche che lo scrittore Saviano ha scritto al sindaco De Magistris. A Scampia, infatti, è stato esposto uno striscione con la scritta "Scampia-moci da Saviano" e l'iniziativa è stata presa da Alfredo Giacometti, componente del Movimento lavoratori italiani, in occasione dell'incontro della Muncipalità di Scampia per discutere il no alle riprese di Gomorra due.

Istantanea è stata la reazione di alcune associazioni del territorio, quali Resistenza anticamorra e Rete commons, che hanno abbandonato l'assemblea e hanno dichiarato inaccettabile un comportamento del genere dato che il vero problema di Scampia non è Saviano, ma la camorra.

"Perchè non hanno scritto scampiamoci dalla camorra? Possibile che qualcuno pensa che il problema di Scampia sia Saviano?". Anche per lo scrittore Mario Gelardi, co-autore con Saviano dello spettacolo Gomorra, si tratta di u gesto "patetico e triste".

Per il regista, inoltre,  "attaccando un simbolo dell'antimafia si rischia di fare il gioco della mafia, che lo si voglia o meno. Perchè poi le telecamere della fiction 'Gomorra' non dovrebbero entrare a Scampia? Forse perchè la produzione non vuole pagare nessuno? Sappiamo bene che per girare in certe zone di Napoli bisogna pagare. E sappiamo bene anche chi bisogna pagare. La cosa fu denunciata a suo tempo da Lina Wertmuller e magari qualche sospetto aleggia anche sul film di Matteo Garrone "Gomorra".

striscione anti-saviano a Scampia

Si inserisce nel coro anche l'attore Ivan Castiglione, interprete di Saviano nello spettacolo "Gomorra": anche per lui lo striscione non è giustificato e si domanda di cosa ha paura la gente che lo ha esposto. Parlare di Scampia è necessario, bisogna parlare di ciò che non va, continua, e Saviano non è tra quelli che strumentalizzano la questione.

"Se l'immagine è negativa, la colpa non è di chi racconta una certa realtà, ma di chi la crea. E una volta che questa realtà esiste, è giusto raccontarla. Insomma la colpa  è di chi spaccia e uccide, non di Saviano che lo racconta", ha concluso lo scrittore Maurizio De Giovanni.

 

Fonte foto: Repubblica.it

Cerchi qualcosa in particolare?
, ,

Iscriviti alla Newsletter

* obbligatorio

Per favore, seleziona i campi di abilitazione per i quali vorresti avere notizie:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando il link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche di privacy, si prega di visitare il nostro sito web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.Scopri di più sulla privacy di Mailchimp qui.

Lavora con noi
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram