WebUpdate 2013: resoconto e foto dell'evento a Città della Scienza

Mar 2013

WebUpdate 2013: si è chiusa ieri la quarta edizione del più grande evento sul marketing e la comunicazione digitale del Sud Italia, ospitato anche quest’anno da Città della Scienza, nella sala Newton, rimasta illesa dopo l’incendio dello scorso 4 marzo. Il Wud è stato organizzato da Alessandro Mazzù, Ceo della Web Marketing Agency Qadra.net.

Un’occasione d’oro per la città di Napoli, quella di accogliere personalità di rilievo del settore marketing e comunicazione di piccole, medie e grandi aziende nazionali che fanno uso delle nuove tecnologie del web per fare business online, diffondere il proprio brand, fidelizzare i propri clienti ed acquisirne di nuovi. L’obiettivo del progetto è quello di rafforzare il rapporto tra le aziende italiane ed il mondo del web.

Napolike al Web Update

Zalando

Ad aprire l’incontro, a cui hanno partecipato più di mille persone, il pr manager di Zalando Matteo Bovio, che ha dato prova di come un’azienda nata poco più di due anni fa si sia affermata nel nostro paese in pochissimo tempo grazie al web ed alle nuove strategie di comunicazione legate all’e-commerce. Nel mercato italiano, più di quello degli altri paesi europei, si è rivelato difficile persuadere gli utenti a fidarsi del web e degli acquisti online: gli italiani, ad esempio, sono gli unici in Europa a voler ancora pagare in contrassegno.
Ma i risultati di Zalando sono davvero eccellenti, una case history esemplare grazie all’ideazione di nuove strategie di marketing online. Basti pensare che si tratta dell’azienda cresciuta più rapidamente in Europa e che opera in 14 paesi del continente.

Fabrizio Barbarossa

Il secondo intervento è stato quello di Fabrizio Barbarossa, autore del libro Google Marketing, un testo che spiega come sfruttare al meglio Google ed i suoi servizi per riuscire ad affermarsi sul web con la propria attività di e-commerce. Barbarossa, in realtà, ha sottolineato la differenza che intercorre tra il più ampio concetto di e-business e quello di e-commerce, che rappresenta solo uno degli aspetti del primo. Durante il suo intervento si è concentrato soprattutto sull’importanza del mercato del web, spiegando come sulla rete la “parola crisi non esista” e di come sia un “Eldorado” in continua crescita appena al suo inizio. Infine, ha ribadito l’importanza del “social” per promuoversi e guadagnare.

Filippo Toso

Filippo Toso ha, invece, “illuminato” i presenti con le strategie di “persuasive marketing” attraverso la realizzazione di video che possono diffondere e rafforzare la percezione di un brand. Il suo intervento ha efficacemente veicolato l’idea che i video sono strumenti fondamentali per la comunicazione e per farsi conoscere, sopratutto nelle loro due versioni più importanti a suo parere: il tutorial e l’intervista.

Marco Francesco Mazzù

È autore di power Brands, un testo che ribadisce l’importanza di saper riconoscere un prodotto di marca ed offre tecniche per riuscire a distinguerli da quelli che non lo sono. Ha sottolineato l’importanza di saper trovare un giusto equilibro tra l’attività online e quella offline, ciò che dà valore all’azienda. Il suo intervento si è concentrato sul concetto di “word of mouth”, il passaparola, come metodo per aumentare le aspettative del brand. Ciò perchè fare branding non significa solo generare vendite, ma creare relazioni.

Robin Good

Una testimonianza molto attesa è stata quella di Robin Good, blogger ed esperto di comunicazione, molto conosciuto ed apprezzato dal popolo del web grazie ai suoi consigli su come affermare il proprio brand utilizzando semplici strategie e gli strumenti offerti dalla rete. Obiettivo del suo intervento dimostrare la differenza tra il marketing tradizionale e quello attuale, con cui si raggiungono migliori risultati.

Piazza Italia

Ha seguito la case history di Stefano De Silvo, Responsabile Marketing Communication di Piazza Italia. Il marchio si è affermato negli ultimi anni con le sue provocatorie campagne che ritraggono foto e pensieri della gente comune. L’intervento ha esplicitato le tecniche usate dall’azienda per imporre il proprio brand.

HootSuite Italia

In conclusione l’interessante caso di Sasà Tomasello che ha presentato HootSuite: una piattaforma adatta sia a a chi si dedica all’online brand management, sia a chi vuole solo gestire i propri profili sui social network. Per chi fa dell’e-commerce, questo strumento è fondamentale per monitorare la reputazione del proprio brand sul web.

Durante la conferenza sono intervenuti anche Luca Simeone, project manager dello Smart Lab Incubator di Città della Scienza, progetto nato con l’intento di promuovere interazioni tra arte, scienza e nuove tecnologie; Francesco Castagna, dell’Osservatorio SNIF dell’Università degli studi di Salerno; Daniele Pitteri, docente di Comunicazione, Marketing e Pubblicità alla Federico II, che ha esposto quali sono le giuste strategie per aumentare le proprie vendite online; Giancarlo Panico, vice presidente di Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana).

Il Wud si è confermato anche quest’anno un’eccellente possibilità per chi voleva ampliare la conoscenza delle nuove opportunità di fare business online e migliorare le proprie tecniche di comunicazione.

Galleria Fotografica del WebUpdate 2013

Scritto in collaborazione con Fabiana Bianchi |  Foto Desiree Catani


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi