Unico Campania, abbonamenti a rischio per pensionati e invalidi

Dic 2012

Unico Campania non ha ricevuto dal Comune di Napoli il saldo per gli ultimi 5 anni di convenzione per gli abbonamenti per il trasporto pubblico destinati alle fasce deboli, anziani e disabili in primis. Per questo motivo, sembrano essere a rischio ben 30 mila abbonamenti per pensionati ed invalidi civili.

Il rinnovo, al momento, sembra cosa non fattibile. Gli arretrati sono tanti e troppo sostanziosi per poter chiudere nuovamente un occhio. Finora hanno goduto di abbonamento annuale a costo zero i pensionati con reddito Isee inferiore ai 6.967 euro, gli invalidi con reddito inferiore ai 15 mila euro, ed i reduci di guerra. Le restanti fasce deboli usufruiscono di tariffe scontate, che oscillano dai 40 ai 150 euro annui. Nel complesso, sono circa 33 mila i napoletani a beneficiare di un abbonamento agevolato.

Unico Campania Abbonamenti

Ben presto la situazione muterà in negativo. Unico Campania è in credito di oltre 35 milioni di euro, e non ammetterà più ritardi nei pagamenti. Gli abbonamenti per le fasce deboli rischiano sul serio. L’assessore D’Angelo ha fatto sapere: “Cercheremo con ogni mezzo le risorse per versare un acconto al Consorzio Unico Campania, le difficoltà di liquidità sono arcinote, ma non faremo mancare il nostro sostegno alla mobilità dei più deboli“.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi