HomeRicette di cucina napoletanaRicetta delle scarole in agrodolce | Cucinare alla napoletana

Ricetta delle scarole in agrodolce | Cucinare alla napoletana

Ricetta delle scarole in agrodolce

Le scarole in agrodolce, una tipica ricetta napoletana che replica il gusto unico delle scarole rendendole ancora più saporite.

Le scarole sono il tipico prodotto campano di cui la cucina napoletana non può far a meno. Di stagionalità prettamente primaverile, le massaie napoletane usano le scarole in vari e gustosi piatti. Questa volta, però, vi proponiamo la ricetta delle scarole in agrodolce.

Alcune preparazioni richiedono che i prodotti dell’orto, come queste splendide verdure, vengano stufate tanto da assorbire i saporiti ingredienti. Questo piatto, nello specifico, richiede dei tempi di cottura limitati ma il sapore ne gioverà parecchio.

Le scarole in agrodolce sono rese tali dalla presenza di due immancabili ingredienti: i pinoli tostati e l’uvetta sultanina che conferiscono al piatto un gusto davvero speciale.

Ingredienti

  • 2 cespi di scarole ricce (circa 700 gr)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 gr uva sultanina
  • 10 gr pinoli
  • sale q.b.
  • un cucchiaio di aceto di mele

Pulire le verdure

Iniziamo con il pulire per bene le scarole eliminando il torsolo inferiore con un coltello e le foglie più esterne. Mettiamo in ammollo le foglie così da eliminare tutti i residui di terra che potrebbero ancora aver depositate sopra.

Cuocere le scarole

In una casseruola capiente, invece, poniamo a fuoco vivo a riscaldare l’olio extravergine d’oliva e l’aglio tagliato in pezzetti. Aggiungiamo anche i pinoli e l’uvetta e scottiamo le scarole coprendo con il coperchio. Il coperchio della pentola, in questo caso, è necessario per far fuoriuscire dalla verdura tutta l’acqua e farla asciugare, così, in meno tempo. Lasciamo cuocere per almeno 15 minuti prima di salare e spruzzare pochissimo aceto di mele sulle scarole creando così il caratteristico sapore agrodolce.


Tags