HomeEventiPasqua e Pasquetta a NapoliRicetta del migliaccio salato | Cucinare alla napoletana

Ricetta del migliaccio salato | Cucinare alla napoletana

Ricetta del migliaccio napoletano

La ricetta del migliaccio salato, quando gusto ed innovazione vanno a braccetto.

In questo appuntamento della rubrica, il migliaccio si trasforma nella sua golosa versione salata ripiena di salame e scamorza, come resistergli?

Tradizione ed innovazione fondono assieme se pronunciamo le due parole “Migliaccio salato”. In un altro articolo, abbiamo già pubblicato la classica ricetta vedeva come protagonista il migliaccio classico, preparato nelle cucine napoletane nel periodo tra Carnevale e Pasqua.

Questo dolce riesce a portare aroma e dolcezza in tutta la casa, ma oggi vorremmo proporvelo in una sua variante creativa e innovativa che lo vede, questa volta, ripieno di goloso salame napoletano e scamorza.

Ingredienti

  • 250 gr semolino
  • 50 gr strutto
  • 125 gr scamorza affumicata
  • 50 gr salame napoletano
  • 4 uova
  • 250 ml latte intero fresco
  • 400 gr ricotta vaccina
  • 30 gr parmigiano reggiano grattugiato
  • 30 gr pecorino romano grattugiato
  • sale e pepe q.b.

Prepariamo il migliaccio salato

In una pentola abbastanza capiente bisognerà metter a riscaldare un litro d’acqua con un pizzico di sale. Unite lo strutto e fate sciogliere per bene prima di versare a pioggia il semolino, poi lasciare cuocere il tutto a fiamma bassa mescolando con una frusta. Passati due minuti di cottura versate nel composto la ricotta vaccina e le uova amalgamando per bene il tutto, aggiungendo anche pian piano il latte intiepidito.

Condiamo ed inforniamo

Condite con i formaggi grattugiati il migliaccio salato e poi arricchitelo ulteriormente con il salame napoletano tagliato a tocchettini e la scamorza affumicata anch’essa tritata. Condite con sale e pepe in abbondanza. Ponendo il migliacci in una teglia da forno ben imburrata infornate a 180° per 1 ora coperta con della carta d’alluminio e altri 45 minuti senza di essa. Lasciate intiepidire e servite.


-->