Rassegna su Shakespeare al Teatro Sancarluccio con Tutto il mondo è palcoscenico

Mag 2014

William Shakespeare, cinque spettacoli al Teatro Sancarluccio

Una rassegna teatrale di cinque spettacoli di e intorno a Shakespeare, per celebrare i 450 anni dalla sua nascita

Il Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli ospiterà una rassegna sul drammaturgo e maestro di teatro più amato di tutti i tempi, William Shakespeare. La kermesse teatrale Tutto il mondo è palcoscenico, comprenderà cinque spettacoli intorno a Shakespeare che si terranno dal 21 al 25 maggio alle ore 21, nel teatro di via Sa Pasquale a Chiaia.

Il nome scelto per la rassegna fa riferimento ad una delle più celebri citazioni shakespeariane: “Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti”, diventata ormai immortale, così come lo stesso teatro del maestro di Stratford-Upon-Avon.

Globe Theatre di Shakespeare a Londra

Tutto il mondo è palcoscenico e l’unica manifestazione organizzata a Napoli, dal Centro Studi Nextra e l’Ass. Cult.le Extravagantes, per omaggiare i 450 anni dalla nascita di Shakespeare, ed offrirà al pubblico un osservatorio su cinque modi diversi di fare teatro secondo la poetica del Bardo.

William Shakespeare è, infatti, considerato l’autore di teatro più importante al mondo, i cui testi teatrali sono tuttora messi in scena, ripresi e rappresentati attraverso diversi mezzi espressivi, proprio a confermare la sua eterna contemporaneità.

La rassegna Tutto il mondo è palcoscenico ha in programma cinque spettacoli “di e intorno a Shakespeare”, in cui si alterneranno musica sonetti e brani della drammaturgia shakespeariana, e dove si scaverà a fondo nei personaggi da lui resi immortali, come Amleto, Otello e Riccardo III.

Programma di Tutto il mondo è palcoscenico:

Mercoledì 21 maggio 2014 ore 21:00

Shakespeare is Love – Il rapporto tra uomo & amore in Shakespeare e con Shakespeare

Uno spettacolo-concerto di Fabio Pisano
Con Ciro Zangaro, Titti Nuzzolese, Edoardo Sorgente e Valerio Gargiulo
Regia Fabio Pisano

Si tratta di un appuntamento imperdibile per ricordare i 450 anni di William Shakespeare, tra la poesia, i monologhi e i dialoghi più significativi del percorso artistico-letterario di questo immenso autore teatrale. Saranno ripercorse le sue tragedie, le sue commedie, estrapolando monologhi che hanno divertito e commosso il pubblico di tutti i secoli, rileggendo i suoi sonetti ed ascoltando i dialoghi più belli delle sue opere teatrali. Ad accompagnare la prosa e i versi, il suono live di un’arpa. Il tutto per un’ora di teatro e doveroso omaggio a Shakespeare, e ai suoi immensi capolavori.

Giovedì 22 maggio 2014 ore 21:00

Associazione Eventi Mediterranei
Ofelia e le altre

Elaborazione scenica di Cinzia Mirabella
con Alessandra D’ Ambrosio, Cinzia Mirabella

Lo spettacolo pone riflessioni su una delle tematiche più spinose e paradossali del teatro elisabettiano, cioè l’esclusione “fisica” della donna dalla scena teatrale. Una pratica che portò gli attori maschi a fingersi femmine, consentendo al teatro di assurgere ad una delle sue funzioni più catartiche, come quella di permettere ai maschi di rappresentare l’altro che più temono e desiderano: la donna. Verranno quindi analizzate, in maniera anche ironica, tutte le eroine più significative del teatro Shakespeariano.

Venerdì 23 maggio 2014 ore 21

CrascTeatrodiRicerca in collaborazione con ArtgarageTeatro
Francischiello, un Amleto re di Napoli

Uno studio shakespeariano di e con Carmine Borrino con musiche di Lino Cannavacciuolo
Disegno audio Fiore Carpentieri Assistente alla regia Laura Angulo Diaz Direttore tecnico Stefano Scotto Di Luzio Assistente produzione Fabrizio Vezzi Organizzazione Veronica Grossi

La figura di Francesco II di Borbone si sovrappone e si confonde con quella “spettrale” di Amleto, giovane principe di Danimarca. L‘Amleto di Shakespeare qui si fa pre-testo per raccontare ciò che accadeva alla corte di Napoli nell’estate del 1860, sottolineando i molteplici aspetti in comune: l’essere e non essere di Sant’Agostino, di cui Francesco II era un gran conoscitore; il tradimento subìto da un cugino; l’esitante azione/reazione al tradimento e alla vendetta; il rapporto giovane-re col padre defunto ricordato e riconosciuto come gradissimo sovrano; l’ambiguo rapporto d’amore e devozione tra Francesco II e Maria Sofia, come Amleto e la giovane Ofelia..

Sabato 24 maggio 2014 ore 21:00

Othello

di William Shakespeare
Adattamento e regia di Andrea Cioffi
con (in o.a.) Valentina Badaracco, Daniela Camera, Andrea Cioffi, Alex Marano, Daniele Pitari, Alessio Praticò, Valerio Puppo, Papi Touré. Musiche di Lele Pontoni Esecuzioni musicali di Lele Pontoni e Andrea Savoia

“Fare le note di regia dell’Otello sembra un po’ come fare la critica didascalica della Bibbia. Si rischia di mettere la lingua nel sacro. Di diventare blasfemi. La mia volontà, del resto, è che tutti si sentano toccati nel profondo come me al contatto con questa commedia. Sì, una commedia. Venezia. Un innamorato e un altro innamorato. Il primo è ricambiato dalla sua giovane innamorata; il secondo, sciocco, non è amato. Un furbo servitore dei due padroni, contro il servo ingenuo, segue i propri scopi. L’innamorata perde il fazzoletto, pegno d’amore, la servetta lo trova e lo cede al servo che ama, lui lo cede al servo onesto e su di lui casca la colpa. E poi ci sono Vecchi, Dottori e Capitani spacconi. Una commedia. In tutto e per tutto un canovaccio di commedia dell’arte, più che altro”. 

Domenica 25 maggio 2014 ore 21:00

Experimenta Teatro
Preludio alla tragedia di re Riccardo III di William Shakespeare

drammaturgia e regia Riccardo De Luca
con Roberto Azzurro, Riccardo De Luca, Annalisa Renzulli, Francesca Rondinella, Salvatore Veneruso
assistenti alla regia Roberta De Pasquale, Michele Romano
costumi, scene, organizzazione Roberta De Pasquale
e con l’apparente presenza di Antonio Mocciola

“Preludio ai Riccardo III storici. Preludio storico alla storia di Riccardo III. Preludio a quello che sarà il futuro nostro Riccardo III. Riccardo specchio degli uomini: il cui più appassionato desiderio è il POTERE, che si acquista senza umani cedimenti, con l’assoluta DETERMINAZIONE. Per arrivare all’ultima, sublime grazia: il DIVERTIMENTO. La capacità di svolgere le proprie nefandezze, le corse di sangue, le irripetibili sconcezze, divertendosi. Unico nemico: le danze di zanni e fantasmi che, dalla coscienza, ci circondano”.

Informazioni sulla rassegna su William Shakespeare

Quando: dal 21 al 25 maggio 2014
Prezzo biglietti: 12 euro
Dove: Nuovo Teatro San Carluccio, via San Pasquale a Chiaia 49, Napoli


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi