Peter Brook: seminario al Suor Orsola Benincasa per il Napoli Teatro Festival

Mag 2013

Il regista teatrale inglese di fama mondiale Peter Brook terrà un seminario domani 28 maggio alle ore 12 presso l’Aula degli Angeli dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, in occasione della sua prima mondiale de Lo Spopolatore di Beckett. Lo spettacolo debutterà per il Napoli Teatro Festival dal 6 al 9 giugno al Teatro Sannazaro.

In viaggio con Beckett sarà un incontro sul “come e perché si fa teatro”, una sorta di vademecum che il Maestro indiscutibile delle scene internazionali avrà il piacere di trasmettere a chiunque voglia avvicinarsi all’arte del teatro e della messa in scena in epoca contemporanea. All’incontro sarà presente anche la regista Marie-Hélène Estienne che ha collaborato con Brook per la messa in scena del testo.

Peter Brook in viaggio con Beckett

Peter Brook porta spesso a Napoli i suoi spettacoli, segno di un amore intenso che egli nutre per la nostra terra, nella quale ha trascorso un mese di prove con la sua compagnia di attori, secondo il modello delle “residenze creative”, per far immergere gli interpreti con l’ambiente in cui si terrà lo spettacolo. Il teatro per Brook è incontro intimo tra esseri umani, e non ha bisogno di orpelli scenici che distraggono l’attenzione dall’essenza del significato di ciò che accade dinanzi ai propri occhi. Le sue scene sono conosciute per essere scarne e nude, per evocare una dimensione teatrale “intima” e originaria, ed ogni suo spettacolo rappresenta un passo nella sua incessante ricerca di nuovi linguaggi comunicativi.

Niente sarà anticipato, durante il seminario, sullo spettacolo di Beckett, Lo Spopolatore, uno dei più attesi di questa sesta edizione del Napoli Teatro Festival. Si sa di certo che la versione del testo del drammaturgo irlandese alla quale si assisterà non sarà “pessimista”, scardinando questo luogo comune sulla sua produzione teatrale.

“Quando si parla di Beckett si dice solo quanto sia pessimista. Ed è proprio questa parola che voglio approfondire. Penso, invece, che a infastidire sia la sua onestà. Non c’è nulla di più positivo delle opere di Beckett. Sono positive la cura, l’amore, e il valore che dà a ogni dettaglio. Come un artigiano, crea veri gioielli letterari. È un assoluto perfezionista e chiunque abbia a cuore la perfezione crede in un ideale, perciò non può essere una figura negativa, tutto qui”.

Una regia che si rivela, quindi, completamente inedita, di cui si è diffusa la curiosità su come sarà allestita la scena, immaginando quella descritta dallo stesso Beckett nella sua opera: “un cilindro di 50 metri di circonferenza e 16 metri di altezza abitato da esseri in cerca di una via d’uscita”.

Sulla motivazione per cui abbia scelto Lo spopolatore Peter Brook ammette con sincerità:

“Ogni volta, per un’opera e un autore, pretendono che ci sia una motivazione. Qual è? Mi piace, voglio farlo, ecco tutto. Si lavora con il cuore e l’intuito, no?”

Lo spettacolo Lo Spopolatore sarà in tedesco con sottotitoli in italiano. In scena la  grande attrice tedesca Miriam Goldschmidt.

Informazioni sullo spettacolo Lo Spopolatore:

Date e orari:

  • 6 giugno ore 20
  • 7 giugno ore 20
  • 8 giugno ore 21:30
  • 9 giugno ore 19

Prezzo biglietti: 

  • Intero: 25 euro
  • Ridotto (under 26 e over 65): 15 euro

Dove: Teatro Sannazaro,via Chiaia 157  Napoli (Google Maps)


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi