Parcheggiatori abusivi, accordi con vigili urbani

Gen 2013

I parcheggiatori abusivi sono sempre più un fenomeno di piaga sociale, ormai diffuso a macchia d’olio sul nostro territorio. Chiunque decida di mettere il naso fuori da casa e spostarsi in auto, sa che dovrà confrontarsi, a volte anche a brutto muso, con tariffe sempre più salate, propinate non dal parchimetro del Comune, bensì dai parcheggiatori abusivi.

Possibile che le forze dell’Ordine non riescano ad arginare la questione? Forse qualcosa c’è sotto. Così potrebbe essere, ed il servizio di ‘Striscia La Nozitia’, mandato in onda ieri sera, ce lo mostra chiaramente. Luca Abete scende in piazza per denunciare le violenze di tali energumeni, che, minacce alla bocca, chiedono con insistenza 5 euro ai malcapitati per poter sostare senza alcun criterio logico, anche sul marciapiede.

I vigili urbani non solo stanno a guardare: ci sono volte in cui gli stessi (si spera in cerchia ristretta), tutori apparenti dell’ordine stradale, prendono subdoli accordi con i parcheggiatori abusivi. Nel filmato, ambientato nel quartiere di Fuorigrotta in zona adiacente all’ingresso del Teatro Palapartenope per il concerto di Pino Daniele, un vigile si rivolge così ad uno di loro: “Ammacchiatevi, ammacchiatevi malamente” (trad. ‘Nascondetevi, nascondetevi bene‘, ndr.).

Parcheggiatori abusivi Striscia La Notizia

Vi pare questo il modo di difendere i diritti dei cittadini? L’inviato di Striscia, sconcertato, si avvicina al vigile, porgendogli la classica pigna (che l’uomo rifiuta prontamente, negando tutto): “Vigili e abusivi, che strana parentela. Ma, intanto, mi dice il cittadino chi lo tutela?“.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi