‘O ghinnèss, la fila più lunga dei musicisti della posteggia napoletana

Apr 2015

Mandolinisti

Ritorna a Napoli ‘O ghinnèss, con centinaia di mandolinisti, chitarristi e artisti della posteggia napoletana

Nell’ambito di Maggio dei Monumenti 2015, sabato 16 maggio 2015 arriva ‘O ghinnèss, la fila più lunga dei musicisti della famosa posteggia napoletana.

I musicisti invaderanno praticamente il centro storico della città e cercheranno di superare il record degli anni precedenti, presentandosi in tantissimi per onorare una delle più antiche tradizioni napoletane, la posteggia appunto.
Sono già centinaia i mandolinisti, chitarristi, cantanti, suonatori di tammorra, maschere dei personaggi della Commedia Napoletana, artisti delle guarattelle, provenienti anche da altre regioni italiane, che si sono prenotati per partecipare all’evento.

Sarà il sindaco De Magistris a tagliare il nastro inaugurale seguito da un  colorato spettacolo pirotecnico. Successivamente, i partecipanti guidati e accompagnati dalla tammorra muta di Salvatore Masiello si sposteranno da Via San Giovanni Maggiore Pignatelli n.5, dove si trovano la liuteria-scuola “La Bottega del Mandolino” e l’Associazione Mastro Masiello Mandolino, percorrendo tutte le vie del centro storico di Napoli fino all’arrivo in Piazza del Gesù Nuovo. Al lungo corteo al parteciperanno molti bambini vestiti in costume pulcinellesco, rappresentanti i quartieri più popolosi e popolari di Napoli.

La posteggia, che ha origini antichissime, è una delle tradizioni più folcloristiche, in cui i musicisti ambulanti, detti posteggiatori, intrattengono gli spettatori intonando canzoni classiche napoletane o recitando un testo utilizzando un linguaggio quasi incomprensibile, ‘a parlesia.

In questo prossimo evento, invece, il repertorio comprenderà non solo canzoni napoletane ma anche quelle di Pino Daniele, i cui natali sono proprio nel Centro Antico.

L’evento sarà anticipato da altri appuntamenti, che partiranno già dal mese di aprile, delle tappe-assaggio di ‘O ghinnèss, e grazie al Centro Studi sulla Canzone Napoletana dell’Associazione I Sedili di Napoli, ogni esibizione sarà dedicata ad un artista napoletano diverso. Di seguito il programma iniziale.

Programma anticipazioni ‘O ghinnèss

  • Sabato 11 aprile, alle ore 11 in Vico santa Luciella a San Gregorio Armeno, con “Le Tammorre dei Sedili di Napoli”;
  • Sabato 18 aprile alle ore 11 a Piazzetta Santa Caterina a Chiaia, con il gruppo “Mastro Masiello Mandolino” ;
  • Sabato 25 aprile, alle ore 11 in Vico San Severino a Spaccanapoli, con “L’Officina della Tammorra”;
  • Sabato 9 maggio la classica posteggia alle ore 11 a Via San Gregorio Armeno con il gruppo “Mastro Masiello Mandolino”

Evento finale

Il 16 maggio 2015 si sarà il concerto finale con corteo da Via San Giovanni Maggiore Pignatelli n.5, via Benedetto Croce, Via San Biagio dei Librai, Via San Gregorio Armeno, Via dei Tribunali, con tappe spettacolo a Piazza San Domenico Maggiore, Piazzetta Nilo, Piazza San Gaetano. Il cammino riprenderà per Via San Pietro a Majella, Via San Sebastiano e terminerà in Piazza del Gesù Nuovo alle ore 13,30.

Informazioni su ‘O ghinnèss

Dove: strade del centro storico di Napoli
Quando: Anticipazioni dall’11 aprile al 9 maggio 2015. Evento finale 16 maggio 2015
Orario: dalle 10 alle 13.30


Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza d'uso. Navigando ne accetti l'uso. Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi